Farmaci acquistati online, è allarme lanciato dall’Aifa: “Attenzione ai falsi. E’ molto pericoloso”

Farmaci acquistati online, è allarme lanciato dall'Aifa Attenzione ai falsi. E' molto pericoloso

Farmaci acquistati online, purtroppo questo fenomeno sta diventando troppo grande tanto da diventare un problema. Secondo alcuni dati diffusi proprio nell’ultimo periodo sembra che un italiano su 4 acquista farmaci on line senza preoccuparsi minimamente delle conseguenze che purtroppo sono molto spesso devastanti ed in alcuni casi anche mortali.

E’ molto rischioso acquistare farmaci online, visto che soltanto lo 0.6 per cento dei farmaci venduti su internet risultano legali, tutto il resto può essere considerato falso o comunque non autorizzato. Secondo quanto riferito dagli esperti, i prodotti più venduti sono quelli per dimagrire quelli legati alle prestazioni sessuali e soprattutto agli anabolizzanti, ma sempre più spesso nell’ultimo periodo stanno cominciando ad essere acquistati con grande frequenza i farmaci antitumorali e contro l’epatite C.

I ricercatori dell’Aifa, ovvero l’Agenzia italiana del farmaco parla chiaro, ovvero il 25% degli intervistati ha affermato di aver comprato almeno un farmaco online mentre il 44% si è dichiarato favorevole all’uso di internet per acquistare medicinali. Intervenuto sull’argomento il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani, il quale ha dichiarato: “Il vero problema è la conoscenza del pericolo. Ma soprattutto in Italia la percezione legata all’acquisto di medicinali da negozi non sicuri, come ad esempio quelli che si trovano su internet, è molto lontana. Basta ricordare il caso recente della morte di un giovane culturista che avrebbe assunto sostanze anabolizzanti illegali senza minimamente sapere di cosa si trattasse. Molto spesso infatti gli effetti collaterali sono devastanti”.Ma perchè la gente tende sempre più ad acquistare i farmaci su internet? Stando a quanto emerso da uno studio effettuato sul campo, sembra che il 73,7% sia consapevole di acquistare farmaci su internet, sostenendo che ormai questa è diventata una vera abitudine.

Il 40,7% dei pazienti giudica positivamente l’acquisto on line ed da quanto emerso i prodotti più acquistati sono risultati essere beveroni per la perdita di peso, medicine per l’influenza, medicine legati alla sfera sessuale come il Viagra o prodotti simili. La nuova abitudine sempre più diffusa, inoltre, sembra essere l’acquisto di determinati farmaci anche tramite i social network, di cui il 97,14% su Facebook ed il restante su Twitter.Al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi che ne derivano dal’acquisto di farmaci online, l’Aifa ha presentato una nuova campagna di informazione,nata nell’ambito di Fakeshare, ovvero un progetto europeo di collaborazione volto a contrastare la vendita online di farmaci illegali e contraffatti tramite il web o rivenditori non autorizzati al commercio. Secondo l’Agenzia, necessitano di comprendere quanto rischiano di mettere a repentaglio la propria salute. In Italia è stata introdotta da poco una regolamentazione precisa e completa riguardante la vendita online di medicinali che non hanno obbligo di prescrizione: è necessario, secondo l’esperto, che le Istituzioni si muovano di concerto per fare comprendere attraverso iniziative dedicate, come gestire l’acquisto di farmaci legali online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.