Firenze, a pochi passi dal Duomo spunta l’antenna Wind di 8 metri “Oscura il Duomo.Toglietela”

E’ polemica a Firenze dove nei giorni scorsi a pochi metri dalla cupola del Duomo e dal campanile di Giotto è sorta un’antenna Wind, denominata l’antenna della discordia. L’antenna in questione sarebbe stata posta proprio in via Martelli sopra i tetti di Eataly, ed a sollevare la polemica è stato proprio Tommaso Grassi, ovvero il consigliere comunale di Sel Firenze ed il collega Giacomo Trombi.

Nello specifico i due consiglieri nel corso di un intervento effettuato nella giornata di ieri in Palazzo Vecchio hanno dichiarato: “A pochi metri dalla cupola del Duomo e dal campanile di Giotto, sopra l’edificio che ospita Eataly, è spuntata un’ antenna della Wind di otto metri: il Comune nel 2013 aveva dato parere negativo alla sua realizzazione, chiediamo adesso che la faccia rimuovere”. Il parere positivo è però arrivato dopo i 90 giorni, oltre il termine previsto insomma ed in attesa della pronuncia del Tar nel ricorso presentato dal gestore telefonico l’antenna è stata comunque installata.“Per non parlare delle canne fumarie color acciaio. La posizione di prestigio e la vicinanza ai più importanti monumenti fiorentini rende la situazione grave e inaccettabile”, prosegue Grassi.

“La posizione di prestigio occupata dall’immobile e la vicinanza ai più importanti monumenti fiorentini rende la situazione grave e inaccettabile. Il Comune ha assistito inerme al montaggio e all’allestimento di una terrazza nell’area Unesco; e la Sovrintendenza tace. E’ questo il modo con il quale Nardella intende difendere le aree paesaggistiche, storiche e artistiche di Firenze?”, concludono i due consiglieri di opposizione. In contrapposizione a queste polemiche, arriva anche il gruppo Firenze riparte a sinistra, che spiega: “Nessun esponente della maggioranza si è dichiarato indignato. E allora cosa si dirà del ricorso al Tar di Wind? Qui invece il Comune ha assistito inerme al montaggio e all’allestimento di una terrazza sull’area Unesco”.

I tre esponenti della sinistra aggiungono: “Ci aspettiamo che a questo punto il Comune aspetti l’esito del Tribunale. Per una volta sarebbe meglio prende coraggio e chiedere la rimozione di quella orribile antenna. Chiediamo a Sovrintendenza e Comune che si proceda subito a rimuovere l’antenna e verificare che le canne fumarie in quell’assetto siano state regolarmente autorizzate”. La denuncia di Tommasi Grassi, capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra assieme ai consiglieri Donella Verdi e Giacomo Trombi è arrivata con tanto di foto e documentazione che mostra in realtà i motivi per i quali questa antenna non dovrebbe stare dove in effetti si trova. Anche il sindaco di Firenze, non sembra essere molto soddisfatto e per questo motivo al margine di una conferenza di ieri ha aggiunto: “Non è una bella cosa: non sono rimasto per niente contento, dobbiamo verificare com’è andata. Su questo punto se ci sono responsabilità degli uffici le faremo emergere”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.