Francia, Sarkozy indagato per finanziamento illegale, fondi illeciti per presidenziali 2012

E’finito nei guai l’ex Presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy, il quale risulta indagato per finanziamento illegale della sua campagna elettorale contro Francois Hollande che perse tra l’altro nel 2012. Stando a quanto emerso, l’ex presidente della repubblica francese, sarebbe indagato come testimone informato con capi di imputazione di falso, truffa ed abuso d’ufficio. La decisione è giunta proprio alla fine di una giornata ricca di interrogatori. Sarkozy capo dell’opposizione di desra dei Repubblicains è al momento in piena attività politica con posizionamento dei vari candidati per le primarie in vista delle primarie che si terranno nel 2017. Sarkozy nello specifico richia di venire incriminato per aver preso parte al cosiddetto caso Bygmalion, ovvero uno scandalo che deve il suo nome ad una società che ha emesso delle fatture per circa 18,5 milioni di euro attraverso le quali l’Unione per il Movimento popolare ha pagatole spese dell’allora candidato all’Eliseo Sarkozy.

Un giro di fatture false intestate alle società di organizzazione eventi che da il nome all’inchiesta, p questo il centro dell’inchiesta. Diversi membri della società Bygmalion e alcuni rappresentanti dell’Ump hanno riconosciuto la frode, ma nessuno ha fatto il nome di Sarkozy, o ammesso che lui ne fosse a conoscenza.E’ la vicenda più pesante che vede coinvolto Sarkozy e riguarda le intercettazioni fra lui e il suo avvocato Thierry Herzog.

Sarkozy si ritrova ad essere convocato davanti al giudice istruttore essendo incriminato per finanziamento illegale della campagna elettorale per aver superato il tetto legale delle spese elettorali. Sarkozy in visto delle elezioni del 2017, dunque arriva piuttosto indebolito; è stato già accusato di “corruzione attiva” e “traffico di influenze illecite” oltre “violazione del segreto professionale”: è sospettato di aver tentato di ottenere da un magistrato informazioni secretate su un dossier che lo riguardava.”Il Consiglio costituzionale, con sentenza definitiva, si è già pronunciato su questo sforamento del bilancio della campagna elettorale infliggendo una penalità” di cui l’ex capo dello stato si è già liberato. I legali pensano già a tutti i ricorsi del caso, ma si dicono soddisfatti in quanto i giudici hanno escluso ogni responsabilità di Sarkozy da quello che viene definito il “caso Bygmalion”, ha dichiarato il legale di Sarkozy.

L’ex presidente francese Nicolas Sarkozy è stato interrogato e messo sotto inchiesta per il “caso Bygmalion”, che riguarda un giro di fatture false nei conti della campagna elettorale del 2012. Il caso Bygmalion riguarda una serie di fatture false, intestate allasocie- tà di organizzazione eventi, tramite cui una fetta delle spese di campagna sono state fatte figurare come spese del partito, l’Ump oggi Les Republicains. Alcuni rappresentanti dell’ Ump hanno già riconosciuto la frode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.