Funghi allucinogeni per la cura ed il trattamento della depressione anche nei casi più gravi

Funghi allucinogeni per la cura ed il trattamento della depressione anche nei casi più gravi

Un valido aiuto contro la depressione arriva direttamente dai funghi ma non dai funghi qualsiasi ma soltanto da quelli allucinogeni, i quali sembrano contenere una sostanza chiama psilocibina. Ebbene si,per vincere anche una radicata depressione che dura da parecchio tempo, i ricercatori sostengono che un grande aiuto può arrivare dalla Psilocibina, come abbiamo anticipato, ovvero da un principio arrivo dei funghi allucinogeni.

E’ questo sostanzialmente emerso da uno studi, tra l’altro piuttosto piccolo condotto dall’Imperial college di Londra e pubblicato poi su Lancet Psychiatry. La prestigiosa rivista Lancet Psychiatry ha pubblicato i risultati del tutto sorprendenti di questo studio; nel corso di questo studio sarebbero stati presi in considerazione ben 12 pazienti i quali hanno ricevuto il farmaco ed alla fine dell’esperimento hanno mostrato una certa diminuzione dei sintomi di depressione per almeno tre settimane. Inoltre, tra i dodici pazienti monitorati, ben 7 hanno continuato a mostrare una risposta positiva a tre mesi, e cinque invece sono rimasti in remissione per oltre tre mesi.

Sono state monitorate con grandissima attenzione la pressione del sangue, la frequenza cardiaca e l’intensità auto-riferita degli effetti della psilocibina.La depressione, nei dodici pazienti monitorati, er stata classificata come grave” in 9 casi e “moderata” in 3. Dato che, come tutti gli allucinogeni, la psilocibina potrebbe dare effetti collaterali indesiderati anche gravi, gli studiosi hanno inteso verificarne la sicurezza in un ristretto gruppo di pazienti depressi che comprendeva 6 uomini e 6 donne dai 30 ai 64 anni di età. I pazienti hanno ricevuto le capsule di psilocibina nel corso di due sessioni a dosaggi diversi distanziate di 7 giorni l’una dall’altra.Una volta terminato l’esperimento, 8 pazienti non sentivano più depressi, e 5 invece restano liberi dai sintomi anche a distanza di parecchi mesi. Purtroppo se un lato questi funghi allucinogeni risultano essere importanti nel trattamento delle depressione, va ricordato che questi provocano diversi sintomi, tra i quali ansia, nausea e mal di testa.

I risultati sono “intriganti”, ma è ancora impossibile dire con certezza se si tratti di effetto placebo oppure se i funghi allucinogeni abbiano davvero proprietà benefiche in questo senso.Dunque prima di poter affermare con assoluta certezza che la depressione potrà essere curata con i funghi allucinogeni bisognerà aspettare ancora parecchio tempo, e soprattutto nuove sperimentazioni, ricerche e prove.Intervenuto il dottor Robin Cahratrt-Harris, il quale ha dichiarato: “Semplicemente non ci sono parole per descrivere ciò che ho vissuto . Posso solo dire che è come se i ragionamenti che ero solito fare ogni giorno si dileguassero. Allora rimuginavo sempre e pensavo: ‘Qual è il punto di tutto questo?’. Ora, invece, mi sento di nuovo connesso al tutto, mi sento come se il mio loop si fosse interrotto”.Il principio attivo dei ‘funghetti’ agirebbe inoltre sui recettori della serotonina, il neurotrasmettitore eccitatorio considerato un ‘ormone del buonumore‘..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.