Milano, Furti nei cimiteri sempre più frequenti, tre arresti: recuperate 70 statue e 30 quintali di bronzo

Furti nei cimiteri sempre più frequenti:recuperate 70 statue e 30 quintali di bronzo

Sono sempre più frequenti purtroppo i furti nei cimiteri una pratica illecita, ignobile ma che purtroppo sembra essere sempre più di moda nel nostro paese.Nelle ultime settimane, sembra che le zone d’Italia più colpite da questo fenomeno sia quelle del Nord e nello specifico la città di Milano, dove i carabinieri del comando provinciale di Milano, in tre diverse operazioni effettuate tra Monza e Milano sono riusciti a recuperare circa 70 statue ed oltre 30 quintali di manufatti tutti realizzati in bronzo, e pronti per essere fusi.Proprio nei giorni scorsi è stato sorpreso sul fatto un pregiudicato di soli 59 anni, originario di  Cornate d’Adda con vasi e statuette rubate poco prima al Cimitero della città.

Nello specifico i carabinieri hanno riferito di aver notato un furgone Renault Master passare nell’area industriale di Bucccinassco e di aver deciso così di effettuare un controllo; il conducente è risultato essere un rumeno senza fissa dimostra, disoccupato e con precedenti penali il quale non ha obbedito all’alt facendo scaturire un breve inseguimento, al termine del quale l’ uomo è stato arrestato in quanto avrebbe anche reagito agli stessi agenti.

L’uomo era alla guida di un veicolo risultato rubato a Milano e la ricostruzione dei suoi movimenti ha permesso di rintracciare il capannone di una ditta locale, attiva nel commercio di metalli e recupero di rottame; avendo ricostruito il suo percorso dunque, gli agenti sono arrivati ad una ditta del commercio di metalli e di recupero di rottame; all’interno dello stabile sarebbe state ritrovati numerosi bancali con sopra 60 statue di bronzo ed altri manufatti con i immagini sacre e funerarie destinate ai cimiteri.

Il romeno e il titolare della ditta, un italiano originario dell’hinterland milanese, sono stati arrestati. I carabinieri di Corsico stanno accertando la provenienza della refurtiva.Il pregiudicato romeno ed il titolare della ditta di un italiano originario dell’hinterland milanese sono sono stati arrestati.Nei giorni scorsi nel cimitero milanese di Baggio i carabinieri avevano impedito il furto di otto statue di bronzo e un pregiudicato di Cornate d’Adda (Monza e Brianza), era stato denunciato perché aveva in auto manufatti rubati da due cimiteri della zona.

A Bollate, invece, i militari hanno arrestato un altro un italiano, incensurato che è stato sorpreso dal custode del cimitero di via Repubblica mentre tentava di allontanarsi con vasi in ottone e rame e lumi funerari divelti dalle tombe. Altre due sculture di bronzo e di un quintale di cavi di rame sono stati trovati in casa sua. Anch’egli è stato arrestato.

Nei giorni scorsi nel camposanto di Baggio, a Milano, i carabinieri avevano impedito il furto di otto statue di bronzo e un pregiudicato di Cornate d’Adda (Monza e Brianza), era stato denunciato perché aveva i auto manufatti rubati da due cimiteri della zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.