Garanzia Giovani, il Ministero del Lavoro stanzia il Super bonus per chi assume tirocinante

Interessanti novità arrivano direttamente dal Ministero del Lavoro che tramite una diffusa nella giornata di ieri ha fatto sapere dell’arrivo, in tempi molto brevi, del Super bonus occupazionale per le aziende che assumono i ragazzi che hanno svolto il tirocinio nell’ambito del piano Garanzia Giovani.

La novità è la seguente ovvero a partire da oggi, verrà riconosciuto un contributo da un minimo di 3mila ad un massimo di 12mila euro ad ogni datore di lavoro che intenderà assumere con un contratto ovviamente a tempo indeterminato un giovane che abbia svolto o che stia svolgendo un tirocinio extracurriculare finanziato nell’ambito proprio della Garanzia Giovani. Il Ministero del lavoro sottolinea ancora che questi bonus valgono soltanto per i tirocini già avviati entro il 31 gennaio 2016 e che il bonus in questione va a cumularsi con gli sgravi del 40% dei contributi previdenziali previsti della legge di stabilità per il 2016.

Il ministero del Lavoro nello specifico nella nota diffusa nella giornata di ieri cita: ”Verrà riconosciuto un super bonus occupazionale -da un minimo di 3.000 ad un massimo di 12.000 euro- ad un datore di lavoro che assuma, con un contratto di lavoro a tempo indeterminato, un giovane che abbia svolto, o stia svolgendo, un tirocinio extracurriculare finanziato nell’ambito di Garanzia Giovani.L’incentivo potrà essere fruito dai datori di lavoro che attiveranno un contratto di lavoro a tempo indeterminato a partire dal 1° marzo 2016 e fino al 31 dicembre 2016, per i tirocini avviati e/o conclusi entro il 31 gennaio 2016”.Si tratta di una misura pensata per lo più per promuovere la trasformazione dei tirocini in contratti di lavoro stabili e rientra tra l’altro tra le iniziative che hanno dato avvio alla seconda fase della Garanzia Giovani. Dunque a partire da oggi, 1 marzo 2016 e fino ad esaurimento risorse i giovani che hanno completato con grande successo percorsi di accompagnamento all’avvio di impresa e supporto allo startup potranno presentare domanda di finanziamento al fondo per la concessione di prestiti a tasso zero per importi variabili da un minimo di 5 mila euro ad un massimo di 50 mila euro, i quali verranno erogati senza garanzie personali e con un piano di ammortamento che avrà una durata massima di 7 anni.

Al piano di Garanzia Giovani, ricordiamo che potranno partecipare tutti i giovani residenti sul territorio italiano che al momento della registrazione abbiano un’età compresa tra i 15 ed i 29 anni e che non risultino impegnati in un’attività lavorativa o inseriti in alcun corso universitario,scolastico o formativo. Il ministero, inoltre, fa sapere che potranno partecipare al bando tutti coloro i quali abbiano intenzione di avviare nuove iniziative di lavoro autonomo o attività di impresa o microimpresa o franchising comprese le associazioni e società di professionisti. A tal riguardo saranno finanziabili i progetti della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio nei seguenti settori, ovvero turismo, servizi alla persona, servizi per l’ambiente, servizi ICT, risparmio energetico e delle energie rinnovabili, servizi alle imprese, commercio al dettaglio e all’ingrosso, manifatturiere e artigiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.