Germania, attentato terroristico in Baviera: morto l’attentatore, 15 feriti di cui 4 gravi

0

Germania, attentato terroristico in Baviera morto l'attentatore, 15 feriti di cui 4 gravi

Ennesimo attentato terroristico ha colpito la Germania, questa volta avvenuto ad Ansbach, dove purtroppo una persona è rimasta uccisa mentre altre 15 sono rimaste ferite, di cui 4 molto gravi, e finiti in ospedale. La vittima altro non è che l’attentatore e si tratta di un rifugiato siriano con problemi psichici a cui non era stato concesso l’asilo. L’attentatore si chiamava Mohammed Delel e stando a quanto emerso, stava per essere estradato in Bulgaria.

Una volta recuperata la salma, nelle tasche sono stati rinvenuti due telefoni cellulari e diverse schede sim ed ancora aveva con se un pc portatile sul quale sono stati ritrovati video violenti con orientamento islamico e contenuti salafiti. L’uomo, inoltre, era noto alle forze di polizia per due tentati suicidi e per possesso di droga. Era stato ricoverato presso un ospedale psichiatrico in Baviera. Le autorità tedesche sembra abbiano trovato un video nel quale il siriano ce si è fatto esplodere ad Ansbach giura fedeltà al califfo dell’Isis al Baghdadi. E’ questo quanto riferito dalla polizia locale ancora prima che l’Isis rivendicasse l’attacco.

“Una fonte di sicurezza ci ha confermato che l’autore dell’operazione martirio nella città di Ansbach in Germania è uno dei soldati dello Stato Islamico”, ha scritto l’agenzia dello Stato islamico Aamaq, la quale ha anche aggiunto che ha condotto l’operazione rispondendo agli appelli a colpire i paesi della coalizione che combattono l’Isis.”Un legame con lo Stato islamico nell’attacco kamikaze di ieri sera non può essere escluso”, ha riferito il ministro degli Interni tedesco, Thomas de Maiziere, secondo cui, tuttavia, anche l’instabilità psicologica del richiedente asilo siriano autore dell’attentato potrebbe essere un fattore. “La polizia federale rafforzerà la propria presenza e visibilità in aeroporti e stazioni” ha aggiunto.La polizia ha avviato le indagini che al momento sono allo stadio iniziale.L’attentatore si è detto fosse un richiedente asilo, e la richiesta era stata rifiutata nel dicembre del 2014 perchè risultava una sua registrazione in Bulgaria ed in Austria; era stata, inoltre, sospesa l’ingiunzione di espulsione in Bulgaria, dove gli era stata riconosciuta una tutela in quanto profugo, perché il profugo aveva fatto ricorso e gli erano stati riscontrati problemi psichici.

Proprio nei giorni scorsi, ovvero il 13 luglio era stata notificata una nuova ingiunzione di espulsione nei confronti del giovane attentatore, il quale era arrivato per la prima volta in Germania lo scorso 3 luglio del 2014.Si tratta purtroppo del terzo attentato avvenuto in pochi giorni in Baviera, dopo la strage di Monaco e dopo l’attacco avvenuto nella giornata di domenica, dove un giovane 21enne ha ucciso a colpi di machete una donna polacca a Reutlingen.La Germania sembra vivere nell’ultimo periodo nell’incubo ed in un clima di terrore, così come il resto dell’Europa dopo l’attacco di Nizza del 14 luglio e del 22 marzo a Bruxelles.

Rispondi o Commenta