Attimi di paura tra clienti e addetti di un supermercato della Germania settentrionale quando a causa di un ragno velenoso sono stati costretti ad abbandonare repentinamente il negozio. Tra le casse della frutta dell’apposito reparto del grande magazzino infatti alcuni clienti che si aggiravano per le compere hanno notato un grosso ragno allertando immediatamente gli addetti del punto vendita. Quando il personale del supermercato ha capito che avevano a che fare con un ragno veleno e pericoloso per l’uomo hanno subito avvertito le autorità competenti e il locale è stato immediatamente evacuato. L’inquietante episodio è avvenuto venerdì pomeriggio in un supermercato di Harpstedt, in Bassa Sassonia.

Sul posto sono subito arrivati forze di polizia, vigili del fuoco e autorità veterinarie. Dopo aver messo al sicuro clienti e addetti del supermercato, i pompieri, un aracnologo e un veterinario sono riusciti a catturare l’animale che poi è stato consegnato ad un centro zoologico della zona. Il ragno è risultato essere effettivamente un pericoloso esemplare di Phoneutria, il cosiddetto ragno delle banane proprio per la sua propensione a nascondersi tra le piantagioni di banane. La specie può raggiungere anche i 15 centimetri di diametro e il suo morso è considerato fra i più pericolosi per l’uomo a causa dell’aggressività delle specie e l’elevata tossicità del loro veleno.

Bastano 0,006 milligrammi di veleno iniettato per via intravenosa, oppure 0,134 inoculato sotto pelle, per uccidere un topo di 20 grammi di massa corporea.

Il veleno della Phoneutria nigriventer contiene una varietà di tossine che hanno in comune la capacità di agire sui canali del sodio voltaggio-dipendenti, calcio e potassio. Inoltre, hanno anche attività sul trasportatore del glutammato.

Queste tossine agiscono sui canali neuronali del sodio inibendoli; cosa che può condurre alla depolarizzazione delle fibre muscolari e delle terminazioni nervose in prossimità delle giunzioni neuromuscolari e all’attivazione delsistema nervoso autonomo fino a provocare il rilascio di neurotrasmettitori come l’acetilcolina e la catecolamina. I peptidi presenti nel suo veleno possono indurre contrazioni della muscolatura vascolare e aumentare lapermeabilità vascolare attivando il sistema del tessuto callicreina e stimolando il rilascio di ossido di azoto (NO). La neurotossina PhTx3, a concentrazioni letali provoca la perdita del controllo muscolare e problemi respiratori, con conseguente paralisi ed eventuale asfissia. Inoltre, il veleno provoca intenso dolore e infiammazione per un effetto eccitatorio del veleno sui recettori 5-HT4 della serotonina dei nervi sensoriali. Questa stimolazione dei nervi sensoriali provoca un rilascio di neuropeptidi come la sostanza P che innesca l’infiammazione e dolore acuto.

Questo aiuta a comprendere i sintomi locali e sistemici caratteristici del suo morso, tra cui si annoverano il priapismo che può condurre a impotenza, la tachicardia, il vomito, la diarrea, la parestesia, l’edema e lo shock anafilattico. Da quando nel 1996 furono sviluppati antidoti specifici per il suo veleno non si sono più registrati casi di morte, ma il pericolo non è scongiurato e permane soprattutto per i bambini e per le persone più deboli. La somministrazione dell’antiveleno è necessaria solo nel 2,3% dei casi.

Non è insolito trovare insetti o parassiti nelle scatole di legno, contenenti frutta, provenienti dai Paesi esotici ma stavolta dentro la scatola portata nel supermercato tedesco non c’era un semplice insetto ma un ragno velenosissimo che ha causato un fuggi fuggi generale. I clienti del negozio hanno subito lanciato l’allarme e sono scappati. Dopo attente indagini compiute dai vigili del fuoco è stato scoperto che nel supermarket c’era solo quel ragno. Uno ma molto velenoso. Esperienza da dimenticare per i tanti avventori del supermercato di Harpstedt. Il ragno delle banane è un vero killer: se lo vedete fuggite immediatamente! Il suo veleno non dà scampo. Il morso del Phoneutria Nigriventer, soprannominato ragno delle banane, ha uno strano effetto sugli uomini (provoca erezione prolungata) ma può condurre alla morte in poco tempo. Scienziati dell’università di Madras, in Brasile, hanno scoperto che uno degli effetti del morso dell’animale è l’erezione, molto dolorosa, di circa 4 ore: ciò perché nel veleno sono state scoperte le tossine PnTx2-6 e PnPP-19 che favoriscono la secrezione di ossido nitrico, un vasodilatatore che induce l’erezione. Solitamente, i sintomi dopo la puntura del ragno delle banane sono diarrea, vomito e tachicardia. Il decesso può sopraggiungere anche a causa dello choc anafilattico.