Segui Newsitaliane.it su Facebook

Omicidio Gloria Rosboch, Gabriele Defilippi ingannò anche la maestra ospite di Sanremo


La maestra della scuola più piccola d’Italia, salita come ospite sul palco dell’ultimo Sanremo, ha avuto in passato una relazione con Gabriele Defilippi, il 22enne accusato di avere ucciso il 13 gennaio la sua ex insegnante, Gloria Rosboch, e averne gettato il corpo in una cisterna. Il nome di Marzia Lachello, maestra a Ceresole Reale, piccolo comune del Torinese, è venuto fuori durante le indagini, anche perchè non esiste nessuna denuncia presentata dalla donna, che agli inquirenti ha raccontato di non essere stata derubata o truffata da Gabriele. La relazione tra i due, dopo alcuni mesi, si era interrotta bruscamente.

Si sono conclusi all’incirca verso le ore 13 nel penitenziario di Ivrea gli interrogatori di garanzia dei tre arrestati per l’uccisione della professoressa di Castellamonte, Gloria Rosboch, scomparsa lo scorso 13 gennaio e ritrovata morta in un’asta di scolo di una discarica a Rivara.

La prima udienza di conferma del fermo ha riguardato Roberto Obert, corresponsabile è possibile amante del giovane Gabriele Defilippi, ex alunno della vittima, che ha risposto alle domande del gip Marianna Tiseo, confermando quanto detto al momento in cui è stato arrestato venerdì scorso. Al termine di due ore di camera di consiglio, il gip ha approvato i fermi dei tre.
Quanto a Gabriele de filippi, stando a quanto detto dal suo avvocato Pier Franco Bertolino, “è in isolamento sorvegliato a vista nel carcere di Torino. Ha una personalità molto disturbata, sicuramente chiederemo delle verifiche”.

A chi gli chiedeva se il suo cliente avesse confermato le accuse di Obert, che lo indica come l’artefice dello strozzamento della donna, l’avvocato ha replicato: “Sono in corso accertamenti, non posso dire nulla”. Sentita anche la madre Caterina Abbatista, che continua a negare ogni addebito.”

L’autopsia, effettuata nella giornata di sabato, la donna è stata strangolata con un laccio, forse un semplice foulard , il quale non ha lasciato nessun segno di escoriazioni. Tuttora, gli investigatori sono in possesso delle confessioni di Gabriele e Roberto, i quali però si sono accusati a vicenda per l’omicidio di Gloria, mentre ha negato ogni coinvolgimento nel delitto Caterina Abbattista, madre di Gabriele.”

«Ce lo aspettavamo – dice il difensore di Defilippi e della Abbattista, Pierfranco Bertolino – solo per la madre avevano un minimo di speranza per la concessione dei domiciliari. Lei è innocente». Gabriele è già tornato in carcere (ha chiesto lui di essere messo in isolamento ed è apparso molto provato) alle Vallette, idem la madre mentre Obert è rimasto in carcere ad Ivrea, difeso dall’avvocato Marco Stabile. «Sicuramente – prosegue l’avvocato Bertolino – la personalità di Gabriele sarà da analizzare, qualche problema ce l’ha, è emerso anche dai profili Facebook che il 21 enne aveva». Ora è in isolamento, sorvegliato a vista: «Si sta rendendo conto di quanto fatto – ha concluso il legale -. Ha una personalità molto disturbata, non so se chiederemo delle perizie psicologiche, certamente chiederemo delle verifiche».

Questo sito utilizza i cookies tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione e cookies di profilazione di terze parti. Per saperne di più o per disabilitare l'uso dei cookies leggi la nostra "Cookie Policy". Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando lo scroll o cliccando 'Accetto' darai il consenso all’uso di tutti i cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi