Google lancia Home, il dispositivo vocale per la casa disponibile entro il 2016

Google lancia Home, il dispositivo vocale per la casa disponibile entro il 2016

Google ha presentato nel corso dell’ultimo evento I/O 2016 che si sta tenendo proprio in questi ultimi giorni, un nuovo dispositivo chiamato Google Home. Di cosa si tratta? Di un vero e proprio assistente domestico, dedicato appunto al mondo della casa.

Per chi conosce Amazon Echo, il dispositivo presentato da Amazon qualche tempo fa, possiamo dire che il nuovo dispositivo Google Home gli somiglia davvero tanto. Si pone come un piccolo altoparlante wi-fi dotato anche di una serie di microfoni sempre attivi in modo tale da ricevere le richieste degli utenti anche da una stanza all’altra. Il dispositivo inoltre sarà in grado di fornire delle informazioni richieste, ma anche di riprodurre musica e controllare anche i dispositivi domestici smart in possesso dell’utente.”A Google si potranno chiedere domande complesse e Google sarà in grado di capire cosa volete e terrà conto del contesto per le domande successive”, ha detto Pichai davanti a una platea di 7 mila persone all’Anfiteatro Shoreline di Mountain View e a coloro che seguono in streaming.

L’assistente funziona senza interruzioni su qualsiasi dispositivo e in qualsiasi contesto. Così puoi interpellare Google ovunque ti trovi e in qualunque momento. Tutto ciò è possibile grazie agli investimenti fatti da Google in questi anni per comprendere in profondità le domande fatte dagli utenti. Oggi abbiamo mostrato l’anteprima di due prodotti in cui potrete apprezzare tutte le funzionalità dell’assistente Google”, si legge in una nota diffusa da Google. Innanzitutto bisogna sottolineare il fatto che Google Home è controllabile attraverso la voce e si serve di Google Search e di Google Now per dare un maggiore supporto all’utente. Una volta effettuata la richiesta dall’utente ecco che il dispositivo in questione non farà altro che riprodurre la musica,proprio perchè Google Home è collegato direttamente al cloud e sarà possibile dunque gestire dispositivi audio collegati a Google Chromecast. A Google Home che arriverà entro fine anno, si potrà chiedere ad esempio di accendere le luci di casa, attivare la musica ed altre funzioni di demotiva.

A Google Home si potranno ancora fare delle domande come se navigassero su Google ovvero prenotare un’auto,trovare un volo.“Sarà il nostro assistente personale. E potremmo fargli domande complesse perchè saràin grado di capire e terrà cnto del contesto per le domande successive”, ha dichiarato Pichai. Google Home, al momento del lancio, non sarà in grado di supportare il multi-account per cui si potrà utilizzare con un account per volta. Per quanto riguarda la disponibilità, secondo quanto riferto da Mario Queiron, Google Home dovrebbe essere disponibile entro la fine del 2016 anche non sono state rivelate ancora informazioni relative al prezzo. Google Assistant è l’evoluzione di Google Now e rappresenta finalmente una risposta efficace alle principali concorrenti Siri e Cortana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.