Google lancia Voice Access, per controllare lo smartphone solo con la voce

Google lancia Voice Access, per controllare lo smartphone solo con la voce

Google ha deciso di rilasciare proprio nella giornata di ieri una nuova applicazione, chiamata Google Voice Access rilasciata in versione Beta che darà la possibilità di controllare ogni funzionalità dello smartphone servendosi dei comandi vocali. Si tratta di una grande opportunità e soprattutto di grande utilità per coloro i quali soffrono di tremori e di patologie a impatto fisico che non possono utilizzare il touch screen.

Stando a quanto emerso sembra che il 20% degli abitanti degli Stati Uniti soffrono o soffrirann nel corso della loro vita di qualche tipo di disabilità e dunque questa nuova applicazione che come abbiamo anticipato prende il nome di Voice Access sarà di grande utilità per una grande fetta di mercato o meglio di utenti che vanno aiutati.Al momento supporta solo la lingua inglese e non si conoscono ulteriori dettagli sul suo rilascio ufficiale sul Play Store.

Ma cerchiamo di capire come funziona questa nuova funzione, Voice Access. Cominciamo col dirvi che ogni elemento è contrassegnato da numero e dunque è sufficiente che l’utente pronunci ad esempio “premi 7”, affinché la funzione si attivi, oppure “apri Chrome” o ancora “Vai alla home” per lasciare che il telefono faccia ciò che hai comandato senza bisogno di toccare lo schermo o qualsiasi altro tasto del cellulare.

Grazie al sistema di riconoscimento vocale di Google, sfruttato da Google Now, l‘utente di qualsiasi dispositivo Android ha la possibilità di eseguire ricerche o compiere delle azioni basilari. Proprio per questo motivo Google Voice Access si occuperà di una gestione molto più complessa del sistema operativo, permettendo dunque un controllo totale su smartphone e tablet. Voice Access si potrà usare ad esempio anche in auto, previa adozione di tutte le precauzioni del caso e senza mai abbandonare sguardo e mani dal volante.

L’applicazione è disponibile in closed beta, che ha già raggiunto il numero necessario di tester per chiudere il programma .Davvero un grande peccato per noi italiani visto che come abbiamo già anticipato, l’applicazione funziona attualmente in lingua inglese e dai primi test il motore di riconoscimento dei comandi vocali fornisce il meglio con tutto il sistema operativo impostato in lingua inglese. Al fine di aiutare sempre più le persone che presentano delle difficoltà o deficit a livello fisico, sono rese disponibili, anche altre due funzioni ovvero Vision Setting che permette di impostare le dimensioni dello schermo dei front ed accedere al servizio di controllo vocale TalkBack molto utile soprattutto per coloro i quali hanno problemi di vista. Inoltre, è prevista anche la funzione Chrome Vox, dedicata agli ipovedenti e prevede delle funzioni di text-to-speech, ovvero una tastiera semplificata ed un nuovo set di suoni da utilizzare per orientarsi durante la navigazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.