Ibrahimovic dichiarazioni shock che suonano di addio: “Quest’estate forse smetto”

0

Dichiarazioni che hanno davvero lasciato senza parole quelle di Zlatan Ibrahimovic il quale nel corso di una conferenza stampa ha fatto intendere di stare pensando al suo ritiro dal mondo del calcio, ritiro che potrebbe avvenire anche nei prossimi mesi.

Un fulmine a ciel sereno quello lanciato da uno dei calciatori più forti al mondo, l’attaccante del Paris Saint German il quale risulta avere il contratto in scadenza proprio con la società. Dunque, il futuro di Ibrahimovic potrebbe davvero essere molto incerto e di certo le dichiarazioni rilasciate dal bomber non sembrano presagire nulla di positivo. Ibrahimov ha davvero deciso di appendere le scarpe al chiodo, o si è trattato soltanto di una battuta per creare un caso? La situazione è in realtà piuttosto confusionaria perchè se da un lato nei giorni scorsi Zlatan aveva manifestato la sua volontà di andare a giocare nella Premier League, nella giornata di ieri alla tv svedese TV4 in conferenza stampa ha dichiarato di essere anche pronto a lasciare il mondo del calcio.

«Tutto può succedere, meglio lasciare il calcio quando sei ancora al top. La gente così si ricorderà meglio cosa ho fatto negli ultimi anni. Vedremo cosa succederà. Il futuro sembra positivo ed è ormai deciso, questo lo posso dire», ha dichiarato Zlatan Ibrahimovic spiazzando tutti i presenti che sicuramente non si aspettavano una dichiarazione del genere dal bomber, considerato ad oggi,come già anticipato uno dei calciatori più forti al mondo. E’ anche vero che la Premier League rimane uno dei suoi sogni ed è anche vero che qualche squadra sembra essere interessata all’acquisto del calciatore.

A tal riguardo, Zlatan dichiara: “Sì, posso confermare che c’è l’interesse della Premier League nei miei confronti. La Premier è il campionato di cui parlano tutti gli appassionati di calcio. Valuterò tante cose con la famiglia, che mi ha sempre seguito appoggiando le mie scelte. Vedrò cosa mi farà stare meglio quando prenderò la mia decisione questa estate”.

Ad oggi, l’ex calciatore della Juventus, dell’Inter e del Milan sembra essere molto corteggiato da alcune squadre inglesi, tra le quali Chelsea, Manchester United ed Arsenal, e vista la sua età, ovvero 34 anni non è di certo un affare di poco conto. “Evidentemente è il momento, accadranno grandi cose questa estate, basta avere un pò di pazienza ed avrete molto da scrivere. Vedremo quando avremo messo le carte sul tavolo con Mino Raiola”, ha aggiunto Zlatan Ibrahimovic. Il campione ha anche speso delle parole di ringraziamento nei confronti della sua attuale squadra, ovvero il Paris Saint German che suonano un pò come un addio. “Ho il massimo rispetto per il club in cui gioco, ho vissuto quattro anni fantastici e hanno mantenuto tutto ciò che mi avevano promesso, facendo stare bene me e la mia famiglia”, conclude Zlatan. CONTINUA  A  LEGGERE

A Parigi non sanno proprio più cosa pensare. Che il futuro di Ibrahimovic sia incerto, e forse lontano dal club della capitale, è ormai chiaro da mesi, ma ieri lo svedese ha ancora una volta spiazzato tutti. «Tutto può succedere, meglio lasciare il calcio quando sei al top» ha detto Ibra nel corso di un’intervista rilasciata al canale svedese TV4 dal ritiro della sua nazionale «La gente così si ricorderà meglio cosa ho fatto negli ultimi anni. Vedremo cosa succederà. Il futuro sembra positivo ed è ormai deciso, questo lo posso dire».

A dire il vero di deciso c’è poco, anche perché sul tavolo di Raiola di proposte ne stanno arrivando tante, e da ogni parte del mondo: Premier, Serie A, ma anche Cina e MLS sono i campionati pronti ad accogliere Ibra, in caso di divorzio dal Psg. Difficile credere che lo svedese possa davvero rinunciare all’ennesimo ingaggio faraonico e a una nuova avventura, e se da un lato queste dichiarazioni possono sembrare l’ennesimo tentativo di gettare benzina sul fuoco per infiammare un’estate caldissima sul mercato, non è la la prima volta che Ibra parla del 2016 come l’anno ideale per appendere gli scarpini al chiodo.

Già nell’estate del 2014 aveva già ipotizzato di non continuare dopo l’Europeo perché a 34 anni sarebbe stato difficile mantenersi al top. Ma questi sono discorsi vecchi, la realtà del presente è che con 35 gol in 39 partite stagionali con il Psg, Ibra sta vivendo oggi la sua migliore stagione, e niente, prima delle ultime dichiarazioni, avrebbe potuto far immaginare che potesse chiudere la sua carriera proprio adesso. Di sicuro a Parigi stanno iniziando a sudare freddo: il futuro senza Ibra, potrebbe non essere più solo un brutto sogno.

Rispondi o Commenta