Il dramma di Elisa, vittima di stalking da parte del suo ex fidanzato: “Sei denunce e nessuna ammonizione”

Ancora una storia di violenze e minacce nei confronti di una donna di 29 anni di Dolo in provincia di Venezia, la quale ha deciso di raccontare il suo dramma e lo ha fatto proprio oggi, 8 marzo giornata in cui si celebra la Festa della donna.”Ora ci metto la faccia. Perché così non è vivere. Lo faccio anche per le altre donne come me che sono finite in un incubo. Che non possono più uscire la sera o guardare al futuro”, ha dichiarato Elisa D, che ormai da mesi vive un incubo.

Tante denunce che purtroppo ad oggi non hanno portato a nulla, l’ultima presentata proprio ieri mattina; la donna ieri mattina si è presentata presso la caserma dei carabinieri raccontando che venerdì scorso il suo ex fidanzato si è presentato sul posto di lavoro della stessa armato di coltello e cacciavite rigandole l’auto e bucando tutti gli pneumatici, arrecando un danno di sette mila euro. Purtroppo non si tratta dell’unico attacco e minaccia nei confronti della giovane donna che giorno dopo giorno rischia davvero tanto ed ha paura che prima o poi l’ex fidanzato possa ucciderla.

La prima denuncia sarebbe arrivata lo scorso 1 dicembre, a questa poi ne sono seguite 5 ma lui ad oggi non ha ricevuto nemmeno un ammonimento del questore, nonostante lo stalker abbia già provocato parecchi danni materiali e non solo alla donna.”Non posso stare a casa da sola. E’ questo che vuole, ma io ora racconto tutto. Per chiedere aiuto e anche per tutelarmi. Ho un figlio da difendere”, ha dichiarato ancora la donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.