Caso Shock, Una ragazza sanguina dagli occhi, un mistero per i medici

Marnie-Rae Harvey è una giovane inglese che da due anni cerca di capire quale malattia le sta distruggendo la vita. La ragazza perde sangue dagli occhi, naso, bocca e da tante altre parti del corpo.

Le cause possono essere ferite, problemi di coagulazione e patologie della ghiandola lacrimale, ma nel caso di Marnie-Rae non è stata riscontrata alcuna di queste condizioni. Lei però si sente senza energia e costantemente come in preda alle vertigini, con dolori agli arti e alle ossa. Negli ultimi giorni il problema è ulteriormente peggiorato, con sanguinamenti no-stop dappertutto e contemporaneamente, e pause di soli 5 minuti. Fino ad aprile i medici la sottoporranno ad una terapia che induce la menopausa, perchè ritengono che possa essere endometriosi. Ma il farmaco nel 60-70% dei casi rende infertili.

E’ davvero un mistero quanto accaduto ad una giovanissima ragazza di soli 17 anni la quale praticamente ha cominciato a sanguinare improvvisamente dagli occhi e fino ad ora nessun medico è riuscito a capirne il motivo. Un mistero dunque quello che ha interessato la piccola Marnie-Rae Harvey, la ragazza che è stata vista fino ad ora da diversi medici, trai quali oculisti, ginecologi, ematologi, neurologi e pediatri senza riuscire purtroppo a venire a capo di nulla, nessuno riesce a capire il motivo della fuoriuscita del sangue dagli occhi.

I genitori erano terrorizzati si sono rivolti a molti specialisti. Un team di medici ha sottoposto la giovane a numerosissimi esami, ma gli esiti erano in assoluto negativi: la ragazza stava bene. Tuttavia, un giorno la ragazza ha iniziato a perdere sangue da molte parti del corpo, orecchie, unghie, cuoio capelluto, lingue naso. “Fino a quest’estate riuscivo a coprire tutto con gli occhiali da sole, ma ora le cose sono peggiorate” – ha detto la giovane.”

Purtroppo la ragazza è vittima di questo sanguinamento ormai da diversi anni ed infatti tutto sarebbe cominciato esattamente due anni fa nel mese di marzo del 2013 e la situazione è andata avanti per diverso tempo fino a degenerare lo scorso mese di luglio, quando la giovane si è svegliata con la faccia completamente coperta di sangue, che ovviamente usciva dagli occhi.

“Sanguinavano, coprendomi il viso di sangue, e poi in pochi secondi tutto ritornava bianco e normale” , racconta la giovane donna la quale ha aggiunto che da quell’episodio per due settimane ha perso sangue dagli occhi praticamente tutti i giorni.Purtroppo negli ultimi giorni la situazione sembra essere peggiorata visto che la ragazza continua a sanguinare dappertutto e contemporaneamente con pause di soli 5 minuti. Adesso purtroppo a sanguinare non sono solo più gli occhi ma anche le orecchie, il naso, le gengive, le unghia, le mani, la lingua e persino il cuoio capelluto. da quanto raccontato dalla giovane, tutto sarebbe cominciato con un colpo di tosse, e fu proprio in questa occasione che la ragazza cominciò a sanguinare prima dalla bocca e poi nei giorni successivi dagli occhi; i genitori preoccupati chiamarono l’ambulanza ed i paramedici rimasero scioccati perchè non avevano mai visto nulla del genere.

“Quando arrivammo in ospedale controllarono i miei occhi, ma non avevano alcuna anomalia. C’era sangue, ma l’occhio era normale ed anche i risultati delle analisi del sangue”, ha aggiunto Marnie. “Ma un giorno, mentre facevo shopping, anche le mie orecchie hanno cominciato a sanguinare. Ho dovuto chiamare di nuovo l’ambulanza,” ha aggiunto la ragazza. Sottoposta ad esami specifici, la giovane è risultata indebolita con un sistema immunitario precario ma niente che possa far pensare ad una patologia specifica. Purtroppo la giovane Marnie-Rae Harvey risulta affetta da Emolacria ovvero una situazione di chi produce lacrime di sangue, purtroppo esiste anche se particolarmente rara questa patologia. I medici hanno sottoposto la giovane ad una terapia che induce la menopausa, visto che si premuse che la 17enne possa essere affetta da endometriosi e questo però comporterebbe un pesante effetto collaterale, ovvero il farmaco nel 60-70% dei casi rende sterili. La giovane inoltre avverte dei sintomi specifici, quali vertigini, dolori agli arti ed alle ossa.

A isolarla non solo gli impedimenti fisici, ma anche il disagio psicologico di sentirsi un fenomeno ‘da baraccone’, come racconta lei stessa a Newsbeat: “Ero all’ospedale qualche giorno fa e le persone provavano a fotografarmi ripetendo ‘urgh'”. Adesso i medici stanno tentando una terapia prescritta per il controllo del ciclo mestruale. Le analisi stanno provando a chiarire se si tratti di endometriosi.

Gli specialisti che si occupano di questo caso hanno deciso di mettere in atto un protocollo terapeutico di qualche mese per indurre farmacologicamente la menopausa, perché alcuni pensano che la giovane sia affetta da endometriosi, una patologia dalla diagnosi difficile causata dal proliferare del tessuto che riveste l’utero al di fuori di esso. Ma ancora non ci sono delle evidenze che possano confermare una diagnosi di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.