Orrore: Incendio al San Camillo di Roma, paziente ricoverato nel reparto di Medicina trovato morto carbonizzato

Incendio al San Camillo di Roma, paziente ricoverato nel reparto di Medicina trovato morto carbonizzato

Un incendio è divampato nella notte tra sabato e domenica a Roma, nell’ospedale San Camillo,che purtroppo ha provocato una vittima,ovvero un paziente di 65 anni ha perso la vita, carbonizzato in circostante ancora misteriose. La vittima, è un cittadino moldavo di 65 anni, A.G.il quale era stato ricoverato nel reparto di Medicina del padiglione Maroncelli, ricoverato dopo aver subito un intervento di tipo neurochirurgico ed affetto da gravi disturbi cognitivi.

L’uomo è stato ritrovato nel suo letto completamente carbonizzato. E’ stato proprio un suo compagno di stanza a lanciare l’allarme, il quale ha raccontato di aver visto le fiamme sotto al suo letto. Una volta lanciato l’allarme, un’infermiera ed alcune guardie giurate sono accorse per primi nella stanza ma non sono riusciti purtroppo a mettere in salvo il paziente che è rimasto bloccato nel letto a causa dell’amputazione di un piede.

Al momento non sono note le cause dell’incendio, e per questo motivo è stata avviata un’indagine; non è esclusa nessuna ipotesi, si ipotizza che l’incendio possa essere stato provocato da una sigaretta. La vittima nella giornata di sabato aveva ricevuto la visita della figlia e di altri due familiari e tra loro sarebbe scoppiata una lite, tanto che qualcuno li avrebbe sentiti discutere prima di lasciare l’ospedale; bisogna anche sottolineare il fatto che proprio ieri ricadeva la Pasqua ortodossa che prevede l’accensione di lumini, e si ipotizza che l’incendio possa essere stato causato proprio dagli stessi. “L’Azienda San Camillo “tramite l’unita di crisi istituita nelle ore successive all’incendio che la notte scorsa ha riguardato il padiglione Maroncelli, ha predisposto quanto segue: nella riorganizzazione dell’attività dall’azienda dettata dall’urgenza degli accadimenti sono salvaguardate le attività di emergenza e quelle oncologiche. Per le prossime ore saranno inoltre assicurate tutte le attività elettive per i reparti di alta specialità”, ha comunicato l’Azienda sanitaria attraverso un comunicato diffuso nella giornata di ieri.

Sempre nella nota si legge che i 17 pazienti ricoverati nel reparto interessato all’incendio rimangono ricoverati in altri reparti così come i 40 pazienti di altri due reparti del Maroncelli i quali in via del tutto precauzionale sono stati spostati nei reparti di day hospital, che in pochissimo tempo sono stati trasformati in posti degenza. ” L’ospedale ha predisposto un piano di lavoro atto a limitare i disagi ai pazienti e agli operatori sanitari coinvolti dall’incendio mettendo a loro disposizione anche una psicologa. Sulla dinamica dei fatti tuttora al vaglio dell’autorità giudiziaria, l’azienda ospedaliera precisa che gli impianti di rilevazione incendi sono entrati in funzione regolarmente e che il pronto intervento della squadra antincendio aziendale e degli operatori sanitari presenti formati alla prevenzione ‘antincendio alto rischio’ ha permesso di scongiurare conseguenze più drammatiche”, conclude la nota.Ai pazienti, familiari ed operatori coinvolti l’Azienda ha messo a disposizione, fin da subito, un supporto psicologico ed ancora la Direzione ha voluto ringraziare il personale per l’opera svolta a tutela dei pazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.