Milano shock: Incendio in via Pordenone: nove intossicati, ipotesi cortocircuito

incendio-via-pordenone-2MILANO -Tanta paura per i condomini del palazzo al civico 6 di via Pordenone, dove ieri pomeriggio un incendio al primo piano ha creato una densa colonna di fumo che ha invaso i piani superiori provocando nove intossicati. Le condizioni di tutti sono buone, i paramedici del 118 li hanno accompagnati in ospedale e nel pomeriggio sono stati dimessi con prognosi di pochi giorni. In serata, inoltre, i vigili del fuoco hanno dichiarato agibile l’edifìcio e consentito ai condomini di rientrare nelle proprie abitazioni. Tra loro c’è
anche un bambino di due anni trasportato al San Raffaele per l’inalazione forzata e che è stato giudicato non grave. Il rogo è scoppiato attorno alle 13.20 all’interno della camera da letto dell’appartamento al primo piano, le cause sono ancora da accertare anche se si sospetta possa trattarsi di un corto circuito causato da un telefono. Un vigile del fuoco ha riportato lo schiacciamento di un dito durante le operazioni di spegnimento ma anche nel suo caso si tratta di una ferita di poco conto.

Sul posto si sono precipitate otto ambulanze, il mezzo di coordinamento della sala operativa, una automedica ed una auto infermieristica. E’ stata dichiarata la maxi emergenza. Alcuni dei feriti sono stati trasportati al Policlinico, al San Raffaele, al Niguarda e alla clinica Città Studi. I feriti hanno tra i 2 e gli 82 anni. In particolare, il bambino di due anni è stato portato in codice verde al San Raffaele, ed un vigile del fuoco al Fatebenefratelli.

I vigili del fuoco sono al lavoro per spegnere le fiamme, mentre le forze dell’ordine hanno messo l’area in sicurezza.

Sabato scorso un altro incendio a Milano

Un altro incendio a Milano. Sabato scorso, 8 ottobre 2011, le fiamme sono divampate in un palazzo invia Hajeck 11, all’ultimo piano. I vigili del fuoco non hanno impiegato molto tempo per domarle. L’evento ha generato molta tensione nella zona Plebisciti-Ventidue Marzo. Le persone che vivono nello stabile sono immediatamente scese in strada e soccorse degli operatori del 118. Per fortuna, nessuno è rimasto ferito. Gli unici a finire al Pronto soccorso per una lieve intossicazione dovuta al fumo eccessivo sono stati due anziani, marito e moglie, di 72 e 65 anni.

Negli ultimi giorni sono scoppiati molti incendi a Milano, ognuno per cause diverse. Alla fine disettembre, ad esempio, un rogo è scoppiato nel deposito della legna della legna della pizzeria ‘Lievito Madre al Duomo’, locale molto conosciuto nel capoluogo lombardo. Sono stati alcuni condomini dello stabile in cui si trova la pizzeria a notare le fiamme ed allertare i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Per fortuna la sala e la cucina della pizzeria non sono statedanneggiate. Gli investigatori hanno escluso la natura dolosa dell’incendio.

Sia l’incendio scoppiato oggi in via Pordenone che quelli avvenuti qualche giorno fa in altre zone di Milano non hanno fatto vittime. Non sempre, però, tali episodi hanno un lieto epilogo. E’ ancora vivo, ad esempio, il ricordo del rogo scoppiato 10 anni fa in un appartamento di un edificio popolare allaperiferia di Milano: le fiamme uccisero 2 sorelle, Angela e Adele Scuratti, di 76 e 82 anni. Gli investigatori scoprirono che l’incendio fu causato dal cortocircuito di una lampada. Le anziane vivevano da sempre in quell’edificio popolare ma avevano bisogno di aiuto: la più anziana soffriva di Alzheimer, patologia che, da poco tempo, si stava manifestando anche nella più giovane. I vicini raccontarono che le 2 anziane si comportavano in modo strano: litigavano spesso tra loro e di notte scagliavano oggetti contro i muri di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.