Iniezione anticoncezionale per gli uomini: scoperto nuovo farmaco per dire addio alle gravidanze indesiderate

0

iniezione-anticoncezionale-per-gli-uomini-scoperto-nuovo-farmaco-per-dire-addio-alle-gravidanze-indesiderateSta per arrivare sul mercato un nuovo metodo anticoncezionale, non rivolto alle donne ma agli uomini, che sarà in grado di prevenire gravidanze indesiderate nelle loro partner. Stando a quanto è emerso, pare che un gruppo di esperti, provenienti da diverse università coordinate dall’Organizzazione mondiale della sanità, abbiano collaborato su uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinoly & Metabolism, al fine di produrre un nuovo contraccettivo ormonale; gli esperti, inoltre, sono ancora al lavoro per perfezionare la combinazione di contraccettivi ormonali per ridurre il rischio di effetti collaterali come depressione ed altri disturbi dell’umore. “Lo studio ha rilevato che è possibile somministrare un contraccettivo ormonale agli uomini per ridurre il rischio di gravidanze non pianificate nelle partner. I nostri risultati hanno confermato l’efficacia di questo metodo, già precedentemente osservata in piccoli studi“, ha spiegato Mario Philip Reyes Festin, dell’Oms.

I ricercatori hanno effettuato ovviamente un esperimento su un gruppo di persone di età compresa tra i 18 ed i 45 anni di età, tutti impegnati da almeno un anno in relazioni monogame con un partner di sesso femminile di età compresa tra i 18 ed i 38 anni; inizialmente, tutti gli uomini sono stati sottoposti ad una serie di test al fine di appurare che avessero un normale numero di spermatozoi all’inizio del test. In un secondo momento, alle cavie è stato iniettato 200 milligrammi di un progestinico a lunga durata d’azione chiamato neretisterone enantato e 1.000 milligrammi di un androgeno chiamato testosterone undecanoato, per una durata di 26 settimane, con il solo obiettivo di azzerare gli spermatozoi.

Queste iniezioni sono state ripetute ad un intervallo di otto settimane per 56 settimane in tutto, ed i risultati alla fine sono stati davvero sorprendenti visto che è stato confermato che gli ormoni sono efficaci nel ridurre il numero di spermatozoi a meno di 1 milione/ml entro 24 settimane in 274 dei partecipanti. L’esperimento, dunque, ha dimostrato l’efficacia di un metodo contraccettivo in quasi il 96% dei volontari; nel corso delle 56 settimane, sono state registrate ben quattro gravidanze. “Anche se le iniezioni sono apparse efficaci nel ridurre il tasso di gravidanza, la combinazione di ormoni deve essere studiata di più per arrivare a un migliore equilibrio tra efficacia e sicurezza“, hanno concluso gli esperti.

Rispondi o Commenta