Isis nuovo video incute terrore all’Occidente: “Allah sa dove sarà domani..Londra, Berlino o Roma”

Dopo gli attentati di Parigi dello scorso 13 novembre e dopo quelli di Bruxelles dello scorso 22 marzo, l’Isis torna a minacciare l’Occidente e lo fa con nuovi video.Un nuovo video è stato rilasciato proprio nelle ultime ore dall’apparato mediatico del sedicente Stato Islamico, nel quale viene citata la città di Roma dai fanatici affiliati all’Isis.

“Se è stata Parigi ieri e Bruxelles oggi, solo Allah sa dove sarà domani”, dice la voce narrante del video, diffuso come già anticipato nella giornata di ieri e che ha già fatto il giro del mondo.La voce narrante aggiunge ancora “Magari sarà a Londra, Berlino o a Roma“. Dunque minacce chiare e precise quelle dell’Isis, che fanno intendere quelli che sono gli obiettivi nel mirino della follia jihadista. Nel video oltre a venire citata la città di Roma arriva spunta anche una fotografia del Colosseo, insieme ad altri monumenti delle varie città europee citate.

“Combatteteli, Allah li punirà attraverso le vostre mani”, dice ancora la voce narrante del video che è stato posto all’attenzione degli agenti dell’antiterrorismo britannico visto che vengono citati gl attentati di Parigi e di Bruxelles, considerandoli soltanto un avvertimento rispetto a quello che potrà avvenire in futuro. Oltre al Colosseo nel video si vede anche il simbolo della Francia o meglio di Parigi,la bellissima Torre Eiffel che crolla ed ancora una bandiera britannica che viene bruciata proprio di fronte al parlamento di Westminster.

Tale video, posto sotto analisi sembra essere stato registrato a Raqqa da un gruppo di jihadisti che inevitabilmente sostengono lo stato islamico. In questo nuovo video non si vede nessun rappresentante dell’organizzazione jihadista, ma una voce fuori campo che parla in inglese e si rivolge a quelle che sono state definite “le nazioni della Croce”, a cui viene intimato di “convertirsi all’Islam o pagare il prezzo”. E’ anche emerso nelle ultime ore che molto probabilmente l‘apparato mediatico dell’Isis stia mostrando un certo cedimento, e lo evince dal fatto che non vengono più usati toni molto virulenti forse perchè convinti che questi video o meglio i loro messaggi stanno ottenendo il successo sperato,ovvero destare paura e panico alle nazioni occidentali.

One comment

  1. Un po’ indeciso questo signor Allà. Aspetta il last minute per caso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.