La felicità è scritta nei geni

l43-genetica-160426193408_mediumI ricercatori dell’università di Vrije ad Amsterdam, (lo studio in realtà ha coinvolto coinvolto 181 ricercatori e circa 145 istituti di ricerca) sono riusciti a individuare tre varianti genetiche. I ricercatori hanno individuato tre varianti coinvolte nella felicità, due legate ai sintomi della depressione e 11 punti del genoma correlati anevrosi. Ci sono degli attimi incredibili nella vita di una persona che resteranno per sempre impressi nella memoria come la nascita di un figlio o capire di amare una persona. I geni ‘della felicità’ si accendono, cioè entrano in funzione, soprattutto nelle cellule nel sistema nervoso centrale, nelle ghiandole surrenali e nel pancreas.

Dando per scontato che la nostra felicità dipende in buona parte dagli eventi che accadono al di fuori del nostro microcosmo e dalla nostra capacità di adeguarci alle circostanze avverse, pare comunque che esista una sorta di corredo genetico in grado di stabilire una predisposizione alla felicità e che la possibilità di provare emozioni e sentimenti di segno positivo dipenda in modo deterministico dall’azione prodotta sul cervello da un gruppo di geni.

Per i ricercatori olandesi lo studio è stato importantissimo perché può determinare importanti scoperte per la cura di uno dei mali che colpisce più persone al mondo, la depressione.

Se bene questo sia allo stesso tempo un traguardo e solamente un inizio (come spiegato dallo stesso Meike Bartels), potrebbe comunque aprire in futuro delle nuove terapie in grado diridurre i livelli d’ansia: secondo lo stesso coordinatore dello studio, si è ormai certi “che ci sia un aspetto genetico coinvolto nella felicità“. Le varianti scoperte “in genere ci rendono più empatici e meno ansiosi, ma è chiaro che l’ambiente, i fattori sociali ed economici, giocano un ruolo importante”.

“Tuttavia, le tre varianti individuate sono solo una piccola frazione del Dna coinvolto, ci aspettiamo che ci siano molti altri geni che hanno un ruolo nella sensazione di benessere delle persone“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.