Lanciano, 54enne pensionato aggredito e derubato i casa propria: è caccia ai malviventi

La criminalità cresce ogni giorno sempre più e allo stesso tempo sembrano essere davvero un numero sempre più crescente tutte quelle persone che, giorno dopo giorno, si trovano a dover convivere con la paura di essere derubati anche mentre si trovano tranquillamente all’interno della propria abitazione. L’ultimo caso arriva direttamente da Lanciano, comune italiano di 35.624 abitanti della provincia di Chieti, in Abruzzo dove un pensionato di appena 54 anni è stato derubato all’interno del proprio appartamento.

Ma vediamo nello specifico quanto accaduto. I malviventi si sono introdotti, con una scusa, all’interno dell’abitazione del pensionato cinquantaquattrenne e non contenti di seminare semplicemente il panico e portare via ciò che poi realmente interessava loro , hanno deciso di colpire il padrone di casa prima di portare via ciò per cui provavano interesse. Per essere più precisi i due uomini che si sono introdotti con una scusa all’interno dell’abitazione del cinquantaquattrenne lo avrebbero prima colpito alla testa forse con una torcia ma non solo. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che l’uomo sia stato ripetutamente aggredito e picchiato e solamente in seguito a ciò i ladri avrebbero preso ciò che più interessava loro e poi successivamente sarebbero fuggiti.

Una borsa contenente un bancomat, effetti personali e 50 euro, sono questi gli elementi della refurtiva e adesso, proprio i due uomini che hanno picchiato e malmenato il pensionato e allo stesso tempo sono riusciti successivamente a fuggire portando via tutto con se, sono ricercati. A coordinare le indagini vi è il capitano Capobianco è la speranza è proprio quella di poter molto presto trovare i due uomini per poter fare giustizia per quanto accaduto al pensionato cinquantaquattrenne il quale, in seguito all’aggressione è stato prima medicato presso l’ospedale locale e in seguito ad alcune particolari cure e indagini effettuate dai medici è emerso un trauma cranico non commotivo per cui al pensionato sono stati prescritti ben 20 giorni .

In realtà per l’uomo sarà molto difficile tentare di dimenticare l’incubo vissuto intorno alle ore 22,00 dello scorso lunedì 15 febbraio 2016 ma ecco che solamente il tempo sarà in grado di guarire le sue paure ma allo stesso tempo per l’uomo in questione, e per tutti coloro i quali hanno avuto la sfortuna di vivere quanto vissuto dal cinquantaquattrenne di Lanciano, sarò molto difficile dimenticare le sensazioni vissute quando una persona estranea entra con la forza a casa tua e prima ti picchia e poi ti deruba.

Intanto sulla questione stanno indagando i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nella speranza di poter fare luce sulla questione e allo tesso tempo cercare di scoprire i nomi ma soprattutto il volto di coloro i quali hanno aggredito e derubato il pensionato 54enne all’interno della sua abitazione, senza alcuno scrupolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.