Lecce, 47enne annuncia il suicidio su Facebook: salva grazie ad un amico social

Poteva finire in tragedia ma per fortuna tutto è andato bene e una donna di 47 anni si è salvata grazie ad un amico social. Ma vediamo nello specifico quanto accaduto. Una donna di 47 anni residente a Racale, comune italiano di 10.965 abitanti della provincia di Lecce in Puglia, intorno alle ore 17,00 dello scorso venerdì 11 marzo 2016, attraverso il suo profilo sul social network Facebook ha annunciato al mondo intero quella che era la sua intenzione ovvero togliersi la vita.

 Ad intervenire immediatamente sulla situazione e a far si che il fatto non si trasformasse in tragedia, è stato proprio un amico social della donna il quale, dopo aver letto le preoccupanti parole scritte da quest’ultima, ha deciso immediatamente di intervenire chiamando i soccorsi. L’uomo si è subito rivolto ai carabinieri e ha fornito loro le generalità della donna dando così la possibilità agli agenti di recuperare l’indirizzo dell’abitazione della quarantasettenne e la sua data di nascita.

Arrivati sul posto, le forze dell’ordine sono riusciti ad entrare all’interno dell’appartamento della donna e hanno trovato quest’ultima, chiusa nel bagno dove aveva ingerito alcuni farmaci con l’unica intenzione di mettere un punto alla propria vita, proprio come aveva precedentemente annunciato su Facebook. I militari, dopo aver trovato la donna e dopo essersi resi conto della gravità della situazione, hanno subito lanciato l’allarme richiedendo l’immediato intervento del 118 i cui operatori, dopo essersi recati sul posto, hanno trasferito la donna che aveva appena tentato il suicidio, presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Casarano dove, in seguito al suo arrivo, è stata attentamente visitata e dove attualmente si trova ricoverata in prognosi riservata. Per fortuna, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, le sue condizioni di salute non sembrano essere gravi ma sicuramente i familiari hanno vissuto un grande spavento. Insomma, l’attenzione e l’interesse mostrato dall’amico facebook della donna e la velocità dell’operatore in servizio nella centrale operativa dei carabinieri di Tricase che ha cercato quante più informazioni possibili per trovare la donna, hanno fatto si che quest’ultima potesse salvarsi.

Una storia questa che poteva davvero finire in tragedia ma che invece, al contrario, ha avuto uno splendido lieto fine. Questa storia dovrebbe fare molto riflettere in quanto, sono davvero moltissimi, o meglio ancora miliardi, gli utenti che ogni giorno utilizzano il celebre social network Facebook per condividere immagini e pensieri, per rimanere in contatto con i propri cari distanti o vicini. Ma spesso si presta poca attenzione a ciò che “gli amici social” scrivono o condividono sottovalutando i segnali che spesso invece tendono ad inviare ma che raramente vengono colti. Nel caso della storia sopra citata, l’amico social della donna che ha tentato il suicidio è stato bravo e attento a non sottovalutare le parole scritte dalla quarantasettenne riuscendo addirittura a salvare la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.