Listerosi umana, tredici ammalati e due anziani morti di 77 e 78 anni: fermata la produzione e la vendita di coppa di testa

Lo scorso mese di agosto un settantasettenne e un settantottenne della provincia di Ancona e Macerata hanno perso la loro vita a causa di una terribile infezione da Listeria e che nello specifico corrisponde ad un genere di batteri divisi in sei diverse specie e considerati batteri Gram-positivi che principalmente vanno ad attaccare il sistema immunitario. Per diversi mesi si è cercato di dare un risposta alla morte di queste due persone cercando dunque di individuare cosa abbia potuto causare tragicamente la loro improvvisa scomparsa ed ecco che, solamente alla fine del mese di gennaio, è stato individuato come possibile causa della loro morte un particolare elemento a base di carne e soprannominato “coppa di testa” la cui produzione e la vendita è stata subito dopo la scoperta immediatamente bloccata.

Sulla questione è intervenuto proprio il Ministero della Salute con una particolare nota diffusa attraverso il sito istituzionale, una nota in cui viene affermato: “In relazione a casi di Listeriosi umana avvenuti nelle Regioni Marche e Umbria, causati dallo stesso ceppo di Listeria Monocytogenes riscontrata su un successivo campione di alimento sospetto, si avvisano i consumatori che il prodotto denominato Coppa di Testa, lotto n. 51209 con scadenza 09/01/2016, della ditta Salumificio Monsano srl sito in via Toscana n.27, Monsano (AN) (CE IT 1523 L) è risultato contaminato”.

La nota diffusa dal ministero della Salute prosegue poi affermando “Le Autorità competenti della Regione Marche, dopo un sopralluogo effettuato presso la ditta Salumificio Monsano srl, hanno sospeso l’attività produttiva dello stabilimento e la vendita di tutte le tipologie di alimenti, in quanto Listeria monocytogenes è un germe che contamina l’ambiente e, pertanto, anche gli altri prodotti dello stesso stabilimento potrebbero essere a rischio”. Per concludere, invece, sono stati invitati tutti i consumatori, a scopo precauzionale, a non consumare le varie “tipologie di prodotti della ditta Salumificio Monsano srl di Monsano (AN) (CE IT 1523 L), via Toscana n. 27 eventualmente in loro possesso”. Sulla questione è anche intervenuto il dottor Giuliano Tagliavento, dirigente della Promozione e Prevenzione salute dell’Agenzia sanitaria il quale ha nello specifico voluto precisare che, la scelta di bloccare la linea di produzione della coppa-testa e la sua commercializzazione è dettata da un semplice scopo precauzionale sottolineando inoltre che non bisogna creare allarmismo e allo stesso tempo e demoralizzare questo genere di alimenti.

«non bisogna creare allarmismi o demonizzare questo tipo di alimenti», tanto più che gli accertamenti sono nella fase iniziale. «La maggior parte dei soggetti adulti in buona salute dopo il consumo di alimenti contaminati da Listeria, non presenta alcun sintomo – aggiunge il dottor Giuliano Tagliavento, dirigente della Promozione e Prevenzione salute dell’Agenzia sanitaria -, o manifesta sintomi simili a quelli influenzali o gastroenteriti. Il rischio di sviluppare una malattia grave (sepsi e meningiti) è elevato solo nelle persone affette da altre patologie, che determinano la diminuzione delle difese immunitarie. Nelle donne in gravidanza
l’infezione può causare aborti o sepsi neonatali».

Tagliavento ha poi continuato sostenendo che “La maggior parte dei soggetti adulti in buona salute dopo il consumo di alimenti contaminati da Listeria, non presenta alcun sintomo o manifesta sintomi simili a quelli influenzali o gastroenteriti. Il rischio di sviluppare una malattia grave (sepsi e meningiti) è elevato solo nelle persone affette da altre patologie, che determinano la diminuzione delle difese immunitarie”. E per concludere, il celebre dirigente della Promozione e Prevenzione salute dell’Agenzia sanitaria ha voluto sottolineare la pericolosità nel venire colpiti, per le donne, nel periodo legato alla gravidanza in quanto proprio tale malattia potrebbe causare aborti oppure sepsi neonatali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.