Madre Teresa di Calcutta verrà proclamata Santa: Papa Francesco firmerà la canonizzazione martedi 15 marzo 2016

0

Madre Teresa di Calcutta sarà proclamata Santa dalla Chiesa Cattolica, ma questa non è di certo una novità.A tal riguardo nella giornata di ieri si è appreso che Papa Francesco in occasione del concistoro del 15 Marzo firmerà l’atto attraverso cui dispone la canonizzazione.

Al momento non è vi è alcuna certezza sulla data ma secondo alcune indiscrezioni Madre Teresa di Calcutta potrebbe essere proclamata Santa il prossimo 5 settembre 2016, giorno in cui ricorre l’anniversario di morte della stessa. Attesa, dunque, sia la data che il luogo in cui avverrà la cerimonia.”Martedì 15 marzo 2016, alle 10, nella “sala del Concistoro” del Palazzo apostolico vaticano, il Santo Padre Francesco presiederà la celebrazione dell’Ora terza e il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione della beata Teresa di Calcutta. La decisione, maturata già parecchio tempo fa è stata confermata dopo che è stato riconosciuto il miracolo attribuito a Madre Teresa.Si conoscerà, dunque, il prossimo 15 marzo sia la data che il luogo in cui Madre Teresa verrà elevata al grado più alto della santità.

In occasione del Concistoro pubblico il Papa firmerà anche la canonizzazione del messicano Giuseppe Sanchez del Rio vittima nel 1928 delle persecuzioni religiose, Stanislao di Gesù Maria, al secolo Giovanni Papczynski, Maria Elisabetta Hesselblad, religiosa svedese, fondatrice della Congregazione delle Suore dell’Ordine del Santissimo Salvatore di Santa Brigida, e Giuseppe Gabriele del Rosario Brochero, sacerdote diocesano argentino figura particolarmente cara a papa Francesco.Papa Francesco aveva menzionato Madre Teresa di Calcutta proprio durante l’ultimo Angelus ricordano nel contempo anche le quattro suore del suo ordine uccise purtroppo in Yemen. «Prego per loro e per le altre persone uccise nell`attacco, e per i familiari. Questi sono i martiri di oggi e questi non sono copertina dei giornali, non sono notizie. Questi danno il sangue per la Chiesa. Questi sono vittime dell’attacco da parte di quelli che li hanno uccisi e anche dell’indifferenza di questa globalizzazione dell’indifferenza. Madre Teresa accompagni in paradiso queste sue figlie martiri della carità, e interceda per la pace e il sacro rispetto della vita umana», aveva dichiarato il Papa durante l’Angelus.

Ma chi è Madre Teresa? Una grande donna sicuramente nata in Albania il 27 agosto del 1910 con il nome di Agnese Gonxha Bojaxhiu e divenuta suora all’età di 18 anni; da quel momento Madre Teresa decise di trasferirsi in India dove scoprì la sua vocazione, ovvero quella di aiutare gli abbandonati, coloro i quali non avevano più nulla,coloro i quali vivevano per le strade. Madre Teresa fu la fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della Carità e fu anche Premio Nobel per la pace vinto nel 1979.Nel corso della sua vita Madre Teresa ricevette tanti onori, tra i quali L’Ordine del Merito ricevuto dalla Regina Elisabetta nel 1983, ed ancora la medaglia d’oro del Comitato del Soviet per la pace nel 1987 e la medaglia d’oro del Comitato del Soviet per la pace nel 1997.

IL RICORDO DELLA SUA CANONIZZAZIONE

Madre Teresa sarà santa.Madre Teresa di Calcutta  sarà canonizzata. Ieri, nel giorno del suo 79° compleanno, Papa Francesco ha approvato il miracolo attribuito alla religiosa albanese fondatrice delle Missionarie della Carità. La canonizzazione, secondo il quotidiano «Avvenire», si svolgerà il 4 settembre 2016. Il 15 dicembre era stata riconosciuta come frutto dell’intercessione di Madre Teresa la guarigione straordinaria di un brasiliano, avvenuta 7 anni fa.

Finalmente nel pomeriggio di ieri Papa Francesco ha ratificato il riconoscimento del miracolo attribuito a Madre Teresa di Calcutta e nel contempo ha disposto di promulgarne il decreto.Per miracolo, ci si riferisce ad una guarigione straordinaria avvenuta il 9 novembre del 2008 e riguarda un uomo il quale si trovava in fin di vita perché affetto da ascessi multipli cerebrali con idrocefalo ostruttivo, e sottosto ad un trapianto renale e ad una terapia con immunosoppressori; lo scorso 10 settembre i medici riuniti in Consulta medica hanno annunciato la misteriosa scomparsa della malattia,considerata all’unanimità un fatto scientificamente inspiegabile.

Era stata la moglie del paziente ad invocare l’aiuto di Madre Teresa di Calcutta della quale era devota e proprio durante l’intervento, la donna si trovava nella cappella dell’Ospedale a pregare Madre Teresa.

Presto, dunque, Madre Teresa di Calcutta sarà santa, è questa la notizia diffusa dal sito del quotidiano cattolico “Avvenire” che annuncia anche una data, ovvero il 4 settembre 2016. “Pochi giorni fa il voto unanime della Congregazione chiamata a pronunciarsi sul caso del 35enne brasiliano guarito all’istante e in modo scientificamente inspiegabile, quand’era ormai in fin di vita sul tavolo operatorio, da una patologia mortale del cervello mentre la moglie implorava l’intercessione della religiosa”, si legge sul sito.

Intervenuta sulla questione anche la vaticanista Stefania Falasca, la quale afferma che finalmente si chiuderà l’iter del processo super miro “per l’apostola degli ultimi“, per riportare testuali parole.Arrivato dunque l’ok da parte di Papa Francesco proprio nel giorno del suo compleanno, ma per conoscere la data certa bisognerà attendere il prossimo Concistoro.

Papa Francesco dice:

 Avrei avuto paura di averla avuto come mio superiore, dal momento che era così difficile.” Papa Francesco ha raccontato di aver avuto l’opportunità di incontrare Madre Teresa quando hanno assistito ad un Sinodo di vescovi tenutosi nel 1994, a quel tempo era l’arcivescovo Jorge Mario Bergoglio ed aveva conosciuto Madre Teresa proprio in Vaticano
Bergoglio aveva Madre Teresa alle sue spalle, nelle vicinanze, e l’ha sentita intervenire spesso con grande forza, senza lasciarsi intimidire in alcun modo da questa assemblea dei vescovi,” ha riportato il portavoce vaticano, il reverendo Federico Lombardi, che ha continuato “e da allora ha sviluppato una grande stima per lei, come una donna forte, una donna capace di dare una coraggiosa testimonianza“.

Rispondi o Commenta