Matteo Salvini contestato al campo nomadi di Roma: “Vattene avvoltoio”

Matteo Salvini contestato al campo nomadi di Roma Vattene avvoltoio

Ancora contestazioni in occasione della visita del leader del Carroccio, Matteo Salvini in via Candoni a Magliana. “Salvini non ti vogliamo”, “Meloni torna a casa” sono questi gli slogan urlati dai manifestanti presenti in via Candoni, per la visita elettorale della candidata sindaco Giorgia Meloni e dell’alleato leghista Matteo Salvini.

Un gruppo di persone avrebbe urlato contro il leader del Carroccio “Via schifoso”, “Avvoltoio“, ed a questo proposito Salvini ha preso il suo smartphone iniziando una diretta Facebook riprendendo anche i bambini rom che si sono uniti ai cori dei grandi. Riferendosi ai bambini, Salvini ha aggiunto:“Li hanno educati bene. Guarda quante classi senza questo contributo. Lascio a voi commentare la voglia di integrazione“.

E’ pur vero che prima di iniziare la diretta, il leader del Carroccio non era stato molto clemente con i rom del campo sito in Via Candoni e rivolgendosi a loro aveva aggiunto: “Non devono più esistere i campi rom, regolari o irregolari. La gente che sta qui deve trovarsi una casa. I campi rom non esistono nemmeno in Romania”. Ad accogliere Salvini anche diversi striscioni nei quali si poteva leggere:” Non vogliamo Salvini in campo via”. Anche Giorgia Meloni è stata ampiamente criticata e accolta da insulti, tanto che la stessa raggiunta dalle telecamere e dai giornalisti ha dichiarato: “Avevamo immaginato che il clima non sarebbe stato accogliente. Siamo qui per raccontare da fuori un simbolo di realtà che a Roma non possono piu esistere. I campi rom vanno eliminati. Si, e poi? “Chi è cittadino italiano si metta in fila per le case popolari come tutti. Per chi è nomade la soluzione saranno delle piazzole di sosta temporanee”.

Salvini, durante la contestazione, ha risposto agli insulti riprendendo i suoi ‘avversari’ con lo smartphone e mandandogli baci con la mano. Salvini si è recato presso il campo nomadi insieme all’ex presidente della Camera Irene Pivetti che adesso è candidata alle amministrative della Capitale.«La chiusura dei campi rom la propongo da 10-15 anni. Questa è la migliore dimostrazione, questi bimbi dovrebbero essere a scuola. Mi fanno anche tenerezza perché a sette anni dovrebbero essere sui banchi di scuola», ha detto Salvini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.