Mazar, attenzione agli sms da sconosciuti, il nuovo malware infetta e cancella tutti i dati dello smartphone

La tecnologia, gli smartphone, i Tablet, fanno ormai parte della nostra vita ma soprattutto della nostra quotidianità ma oltre a godere di tale tecnologia bisogna, allo stesso tempo, prestare parecchia attenzione a quelle che sono le minacce che spesso possono presentarsi. Quando si parla di tecnologia e minacce si fa nello specifico riferimento ai malware, particolari software creati con l’unico obiettivo di causare dei danni ad un computer, oppure ad uno smartphone o Tablet.

Una nuova minaccia sembrerebbe essere in arrivo per tutti gli utenti Android in quanto ormai da alcuni giorni sembrerebbe essere stato diffuso proprio un particolare malware chiamato nello specifico “Mazar”, appositamente creato per infettare i dispositivi Android. A lanciare l’allarme è stata nello specifico una società di sicurezza informatica danese ovvero la Heimdal, la quale ha spiegato che in realtà si tratta di un messaggio di testo che sembrerebbe presentarsi in maniera assolutamente innocua ma che invece, in realtà, ha il potere di andare a distruggere i dati contenuti all’interno dello smartphone con il quale entra in contatto.

Proprio la Heimdal ha spiegato quella che è la tecnica utilizzata dalla nuova minaccia Mazar affermando che, le persone che ricevono tale virus vedono in realtà arrivare sul proprio dispositivo Android un normalissimo SMS o MMS, all’interno del quale nel messaggio di testo, è inserito un particolare link. Ed è proprio andando a selezionare in maniera assolutamente ingenua tale link che la “vittima” scarica sul proprio dispositivo il software Tor il quale, a sua volta, secondo quanto dichiarato dall’azienda sopra citata, andrebbe ad attivare nello smartphone delle connessioni internet in maniera anonima. L’azienda inoltre ha espresso quelli che sono i rischi ai quali vengono esposti i dispositivi Android che vengono colpiti da tale virus, e tra tali rischi vi troviamo nello specifico quelli di essere spiati da qualcuno che può osservare quelle che sono le attività svolte dall’utente in questione e poi ancora leggere i messaggi di testo, effettuare delle particolari telefonate che potrebbero rivelarsi piuttosto costose e poi ancora potrebbero anche andare ad effettuare una cancellazione generale di tutti i dati che si trovano memorizzati nello smartphone.

La società danese ha voluto precisare che solo in Danimarca tale virus sotto forma di Sms sembrerebbe essere già arrivato sul dispositivo Android di circa 100 mila persone precisando inoltre che a non essere colpiti sono invece tutti quei dispositivi che nel proprio dispositivo hanno selezionato come lingua ufficiale la lingua russa. L‘unico metodo per non contrarre tale virus e dunque per non infettare il dispositivo Android di ognuno di noi esiste e consiste nello specifico nel non selezionare alcun link se si ricevono Sms o Mms sospetti contenenti particolari link i quali siamo invitati a selezionare. Heidmal ha nello specifico affermatoI telefoni Android sono prodotti notoriamente vulnerabili e l’attuale livello di sicurezza di questo sistema operativo non è così efficace come sui computer”.

Molto colpita,almeno fino ad oggi è la Danimarca, il paese dal quale è arrivata la segnalazione mediante l’associazione danese di sicurezza informatica heimdal.Qui sarebbero difatti già oltre 100.000 dispositivi colpiti. Attualmente si stanno facendo le dovute verifiche per assimilare se effettivamente tutte queste persone siano state attaccate alla stessa tipologia di SMS. Nel frattempo, è preferibile cancellare all’istante eventuali SMS strani, evitando di cliccare su possibili link.

A lanciare l’allarme è la società danese di sicurezza informatica Heimdal , secondo cui l’sms sarebbe stato inviato ad oltre 100mila persone solo in Danimarca. I ricercatori non hanno tuttavia la certezza che i messaggi siano stati ricevuti dagli utenti.

L’sms all’apparenza non desta preoccupazioni, perché contiene il link a quello che sembra un messaggio multimediale. Cliccando sul link, il malcapitato scarica sul telefono un software Tor, che abilita le connessioni anonime a internet, attraverso cui a sua volta viene scaricato il malware.

Particolarità di Mazar è che è stato progettato per non colpire i russi, o meglio i dispositivi su cui la lingua selezionata è il russo, spiegano gli esperti, secondo cui in futuro il malware potrebbe essere sfruttato dai cybercriminali per sferrare attacchi più sofisticati e mirati.

Chi è stato l’inventore di questo virus? C’è una piccola indiscrezione che riguarda Mazar Bot. In particolare è progettato per non impattare gli smartphone di nazionalità russa, cioè quelli che utilizzano l’alfabeto cirillico. Questa anomalia ha lasciato gli esperti di sicurezza a pensare che ci siano Hacker russi dietro questi attacchi, anche se, non sono sicuri al 100% benché, c’è un altro fattore che sembra affermare questa ipotesi, in realtà, nei primi periodi il Mazar Bot veniva pubblicato sul “dark Web” e veniva fatto in lingua russa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.