Medico prescrive due giorni di malattia: la paziente lo prende a schiaffi e pugni

0

Una storia davvero incredibile ha avuto luogo nello specifico nella città di Roma e vede protagonista una coppia e il proprio medico curante aggredito per aver concesso alla sua assistita pochi giorni di malattia. Ecco per essere più precisi quanto accaduto.

A raccontare la vicenda è stato Il Messaggero precisando che il fatto ha avuto luogo circa quattro anni fa esattamente il 9 luglio del 2012 all’apertura pomeridiana del laboratorio medico del dottore sopra citato sito nella via Motteggiana a Morena, Roma. La donna, quarantottenne e dipendente di una impresa di pulizia sembrerebbe essersi recata sul posto e, nonostante nella sala d’attesa vi fossero due donne anziane in fila che attendevano il loro turno per poter parlare con il medico, ecco che la quarantottenne è entrata direttamente nella stanza del medico passando dunque davanti alle persone che aspettavano e dopo aver insultato il medico si è scagliato contro di lui arrivando addirittura a strappargli la camicia. “Stronzo, bastardo di m..” avrebbe urlato la donna contro il medico non contenta dei soli due giorni di malattia che quest’ultimo le aveva concesso. Sul ciglio della porta inizialmente si era fermato il compagno della donna il quale, in un secondo momento, è entrato nella stanza aggredendo a sua volta il medico e sferrando contro di lui un forte pugno.

Il tutto sotto gli occhi increduli e spaventati delle due donne anziane che si trovavano nella sala d’attesa e proprio una di queste signore si è immediatamente allontanata dal posto lanciando subito l’allarme e chiedendo aiuto per il proprio medico. Dopo quasi quattro anni dall’accaduto solo lo scorso 8 marzo 2016 sia la donna che il compagno che hanno aggredito il medico, sono stati condannati a otto mesi di reclusione colpevoli di percosse e interruzione di servizio pubblico ed inoltre sono stati anche condannati a risarcire i danni causati al medico. Quest’ultimo è stato assistito nel corso del lungo processo dall’avvocato Tatiana De Benedictis ed inoltre, proprio nel corso di questi anni ha raccontato che in realtà quello non sarebbe stato il primo episodio in cui l’assistita si era lamentata dei certificati e dei pochi giorni di malattia concessi sottolineando che nel corso di quest’ultimo episodio pretendeva almeno cinque giorni di riposo a differenza dei due giorni concessi dal dottore.

Una delle anziane donne presenti nello studio medico al momento dell’aggressione ha raccontato al giudice “Dopo le urla e gli insulti ho visto il dottore con la camicia strappata e la donna che continuava a schiaffeggiarlo”, e anche altri pazienti si sono recati in tribunale per mostrare la propria vicinanza al dottore. In seguito a quanto accaduto sia la donna che il compagno sono stati entrambi cancellati dall’elenco degli assistiti del medico che è stato aggredito senza alcun valido motivo.

Rispondi o Commenta