Meteo, arriva il maltempo in Italia: abbondante neve su Alpi e Prealpi, piogge intense e venti di burrasca

In arrivo il maltempo in Italia, previsioni confermate nella giornata di ieri proprio perchè in varie regioni della penisola italiana sono arrivate le prime piogge. Si tratta di un peggioramento che potrebbe risultare più presente in alcune zone d’Italia piuttosto che in altre.

Nel giro delle prossime ore arriverà aria fredda di estrazione artica che ben presta raggiungerà l’Europa occidentale e poi anche il Mediterraneo fino a spingersi nel cuore del continenti nord Africano. Le previsioni dicono che le regioni più penalizzate saranno quelle del Nord Italia e le Tirreiche le quali saranno più esposte al flusso umido dei venti di Scirocco. Nello specifico le regioni più colpite sembrano essere: Liguria, Piemonte, Lombardia, Nord Est, Sardegna e Toscana.Il maltempo però arriverà anche in Umbria e nel Lazio e poi anche in Campania. Il Sud Italia non sarà molto coinvolto, anche se già in questi giorni in alcune zone anche della Sicilia sono arrivate le prime piogge.

Si tratta sotto certi aspetti di un peggioramento inusuale, che si verifica per lo più nei mesi invernali piuttosto che invernali. Eppure dopo le temperature miti delle scorse settimane, adesso sta per arrivare il freddo. Forti venti di Scirocco soffieranno sui nostri mari con possibili mareggiate sui tratti esposti. Nella giornata di oggi, soffierà vento da Sud-Ovest con intensità di 7 km/h e temperature comprese tra gli 11 ed i 16 gradi C, mentre per la giornata di domani i venti saranno prevalentemente moderati e soffieranno da Sud con temperature che registreranno un lieve calo. Nella giornata di venerdì ci saranno piogge con temperature previste da un minimo di 11 ad un massimo di 14 gradi C. Precipitazioni temporalesche si verificheranno nella giornata di domenica 28 febbraio 2016.

Mentre l’aria fredda di estrazione polare raggiungerà l’Europa occidentale e poi anche sul Mediterraneo e sul Nord Africa, aria più calda ed umida dal Nord Africa riaffiorerà verso Nord richiamata da una struttura di bassa pressione che andrà potenziandosi tra Francia e Spagna. “In tal frangente sono attese piogge e rovesci anche forti ed abbondanti in particolare al Nord. Gli accumuli potrebbero superare punte di oltre 150mm a ridosso di Prealpi e pedemontane del Nord”,dichiara l’esperto meteorologo Edoardo Ferrara: “Sul Nordovest la neve cadrà a quote piuttosto basse, anche in collina. Il tutto verrà accompagnato da venti forti”, conclude l’esperto. Attesa anche tanta neve nell’ultima settimana di febbraio, neve che arriverà sulle Alpi con accumuli anche di oltre mezzo meteo dai 1400 ai 1500 metri fino a ben oltre 1 metro alle quote più elevate. Alla base di tutto questo vi è un indebolimento del vortice polare e dunque di conseguenza un abbassamento del Fronte Polare, motivo per il quale l’aria fredda che si sprigionerà con questo meccanismo potrebbe raggiungere con maggiore facilità le latitudini più meridionali favorendo anche le ondate di maltempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.