Meteo, l’Italia spazzata in due al Nord è quasi inverno al Sud ancora estate: piogge, neve e caldo nel meridione

0

meteo-litalia-spazzata-in-due-al-nord-e-quasi-inverno-al-sud-ancora-estate-piogge-neve-e-caldo-nel-meridione

E’ ancora maltempo in molte regioni italiane tranne che al Sud dove l’estate sembra ancora continuare, con temperature oltre i 30 gradi in diverse città. Per quanto riguarda i prossimi giorni, un’intensa perturbazione dal Mediterraneo occidentale raggiungerà il Centronord tra oggi e sabato portando piogge e temporali anche forti, possibili nubifragi. Da oggi a causa di una perturbazione sono in arrivo piogge, anche intense soprattutto nel weekend, in particolare in Liguria, Lombardia, Piemonte, e proprio in quest’ultima regione, le previsioni meteo parlano di intense nevicate, che hanno spinto la Provincia di Cuneo nella giornata di ieri a chiudere il Colle dell’Agnello, valico internazionale che collega il Cuneese alla Francia. Nella giornata di domani arriveranno venti caldi di scirocco ed anche molto carichi di pioggia che faranno peggiorare ulteriormente il tempo su tutto il Nord con precipitazioni abbondanti e rischio di nubifragi in Liguria, Piemonte, Lombardia, Alpi e Prealpi. Avremo rischio di piogge e temporali anche intensi su Piemonte e Liguria, e sui settori alpini occidentali nella giornata di oggi cadrà abbondantemente la neve.

Intense nevicate sono attese nella giornata di oggi sulle Alpi piemontesi e valdostane a quote tra 1300-1600 metri, mentre in serata queste potrebbero verificarsi anche sulle Alpi lombarde. “Le aree nelle quali stare maggiormente in allerta sono quelle dove esistono da sempre problemi idrogeologici: Genova, La Spezia e altre zone della Liguria, ma anche molte zone collinari dell’Emilia“, ha spiegato Antonio Sanò, noto meteorologo. Come già anticipato,però, mentre il Nord continua a fare i conti con il maltempo, al Sud sembra essere ancora piena estate, e le temperature che nei giorni scorsi avevano subito un leggero calo, tenderanno ancora una volta ad alzarsi fino a superare i 30 gradi per lo più in Sicilia. Per quanto riguarda la giornata di sabato, il tempo sarà ancora instabile al Nord con residue piogge, specialmente a ridosso dei rilievi, ma con tendenza a miglioramento nel corso della serata; al centro invece sono previste ancora locali piogge sulle zone tirreniche e sulla dorsale appenninica.

Nei prossimi giorni gli esperti anche anche avvisato sul fatto che lo Scirocco potrebbe causare un ritorno dell’acqua alta a Venezia, dove è atteso un picco di 110 centimetri per la giornata di sabato. “A questi livelli,l’acqua alta può interessare l’area di San Marco e del centro della città lagunare”, hanno dichiarato gli esperti.Sul fronte mare, quelle a seguire saranno giornate di tempesta, e nello specifico a partire da oggi risulterà molto mosso il Canale di Sardegna, mentre la giornata di domani sarà la più critica con il Mar Tirreno Centrale Settore Ovest che risulterà particolarmente agitato, ed il vento che soffierà anche a 80 km/h. Domenica, infine, la perturbazione dovrebbe abbandonare le regioni centrosettentrionali.Sarà ancora possibile qualche rovescio in Sicilia e al Sud.

Rispondi o Commenta