Metropolitana di Milano, da lunedì 15 febbraio parte la guerra ai furbetti: tornelli chiusi anche in uscita

Il comune di Milano ha deciso di fare la guerra ai furbetti della metrò. Ebbene si a partire dal lunedì 15 febbraio 2016, in metropolitana si potrà convalidare il biglietto o l’abbonamento che sia al termine del viaggio, visto che i tornelli di uscita resteranno chiusi dall’inizio al termine del servizio; si tratta sicuramente di una misura contro i furbetti del ticket che però lascia fuori alcune stazioni, molte delle quali principali quelle dove le scale sono troppo vicine ai tornelli e non sarebbe possibile bloccare il flusso dei passeggeri. Purtroppo sono sempre di più i passeggeri che quotidianamente utilizzano le linee della metropolitana senza però obliterare il biglietto per come dovrebbe essere, producendo un grande danno economico che ammonta a circa 15mila euro.

A tal riguardo, il presidente di Atm Bruno Rota ha annunciato la grande novità che come già anticipato entrerà in vigore il prossimo 15 febbraio. “È un dato che riguarda un’esigua minoranza soprattutto rispetto alla situazione di altre grandi città italiane. Il fenomeno non riguarda solo Milano e nemmeno solo l’Italia, ma tutti i Paesi del mondo che hanno una rete metropolitana. Noi comunque restiamo fermi nel combattere chi, con il proprio comportamento irrispettoso e deprecabile, non paga il biglietto scaricandone gli oneri sull’intera comunità”.Ciò non vuol dire però che si riduceranno i controlli, perchè squadre di controllo continueranno a presidiare le stazioni della rete con verifiche effettuate sui passeggeri, con una cadenza periodica.Come abbiamo avuto di anticipare, dunque,a partire dal prossimo lunedì tutti coloro i quali utilizzeranno la metropolitana di Milano, dovranno dunque convalidare il biglietto o l’abbonamento anche alla fine del viaggio.

I tecnici dell’Atm hanno inoltre spiegato: “La chiusura di tutti i tornelli ha comportato per l’azienda uno sforzo eccezionale, soprattutto in termini di aggiornamento tecnico ed informatico del sistema. Anche se la normativa vigente non lo richiede, in tutte le stazioni della metropolitana sono stati installati dei dispositivi locali di sblocco automatico dei tornelli da attivare in casi di emergenza, che si aggiungono al sistema centrale di sblocco già esistente”.

E’ possibile regolarizzare il viaggio alle casse automatiche che si trovano prima dei tornelli di uscita, e chi ha un documento di viaggio non valido potrà acquistare un biglietto di regolarizzazione che vale per convalidare ai tornelli di uscita della metropolitana e non per proseguire il viaggio a bordo di altri mezzi. Il provvedimento in questione però esclude alcune uscite, tra le quali M1: Sesto FS, Sesto Rondò, Sesto Marelli, San Babila, Duomo (lato San Babila), Cadorna FN, Lotto, Molino Dorino e Bisceglie. Su M2: Cologno Nord, Gessate, Lambrate FS (lato Bottini), Centrale FS, Garibaldi FS, Cadorna FN e Porta Genova FS. Su M3: Centrale FS, Porta Romana e Rogoredo FS. I tornelli delle stazioni di M5, al contrario, saranno tutti chiusi anche in uscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.