Migranti, istituita in Italia la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione: sarà il 3 ottobre

L’Italia commemorerà gli immigrati in un giorno specifico ovvero il 3 ottobre. E’ stato così deciso nella giornata di ieri dall’aula del Senato che ha approvato in via definitiva la proposta di legge per l’istituzione. Sarà il 3 ottobre la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione; la proposta di legge è stata approvata con 143 voti favorevoli, 9 contrari e 69 astenuti.

Nella relazione illustrativa si legge nello specifico quanto segue: “La scelta del 3 ottobre, nasce dall’esigenza di preservare nella memoria collettiva del Paese il ricordo del naufragio avvenuto al largo di Lampedusa il 3 ottobre 2013, nel quale morirono 366 migranti”. Sarà dunque una giornata in cui l’Italia commemorerà le vittime dell’immigrazione ed a tal ragione si organizzeranno in tutto il territorio nazionale e nelle maggiori città italiane diverse cerimonie, iniziative ed incontri per sensibilizzare l’opinione pubblica alla solidarietà civile nei confronti dei migranti, al rispetto della dignità umana e del valore della vita di ciascun individuo, all’integrazione e all’accoglienza.

“L’approvazione oggi della legge che istituisce la Giornata per la memoria vittime migranti è un segno civiltà del nostro Parlamento “ ha scritto su Twitter la presidente della Camera, Laura Boldrini. Tante iniziative saranno previste anche nelle scuole, dove verranno organizzate delle manifestazioni in collaborazioni con associazioni ed organismi presenti sul territorio. Il testo, approvato dal Senato adesso dovrà essere approvato dal Presidente della Repubblica. Contrario il senatore della Lega Roberto Calderoli, il quale aveva già annunciato voto contrario dichiarando: “Sono già state istituite 252 giornate celebrative, l’iniziativa appare dunque inflazionata, ipocrita e offensiva. Bisogna prendere atto che la politica europea dell’immigrazione è fallita: la maggioranza degli stati membri ha sospeso Schengen o ha bloccato le frontiere; il Consiglio europeo sta trattando finanziamenti di sei miliardi per confinare gli immigrati in Turchia, un Paese che non rispetta i diritti fondamentali e sostiene Is”.

Il disegno di legge, è stato ampiamente apprezzato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, e nello specifico Laurens Jolles, delegato Unhcr per il Sud Europa ha dichiarato: “L’istituzione ufficiale di una giornata della memoria e dell’accoglienza rappresenta un passo importante per ricordare tutte le vittime dell’immigrazione e una grande opportunità per la scuola italiana per affrontare il tema dell’asilo e dell’integrazione”. Di tutt’altro avviso invece l’organizzazione Save the children che ha invece chiesto che l’iniziativa venga tradotta in gesti concreti ed in una nota diffusa proprio dall’Organizzazione si legge: “Il dramma dei migranti continua a perpetrarsi davanti ai nostri occhi, dentro ai confini europei. Non possiamo ignorare le ripetute violazioni dei diritti umani e la chiusura arbitraria delle frontiere, che provocano grande sofferenza e deprivazione per i migranti, e le morti in mare, che rimangono purtroppo una terribile realtà all’ordine del giorno. Solo ponendo fine al susseguirsi di questi tragici eventi con politiche adeguate di accoglienza a livello europeo si coglierebbe davvero il senso più profondo di questa Giornata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.