Milano Shock, abusa di una tredicenne ‘sposata’ su Second Life

Milano, arrestato 64enne per atti sessuali con minorenne sposa una 13enne sui social e poi abusa di leiI social network fanno ormai parte della nostra quotidianità e ad utilizzarli non sono solamente i grandi ma anche i più piccoli, talvolta con la supervisione dei genitori mentre altre volte in assoluta libertà.

Attraverso i social network è possibile rimanere in contatto con amici e parenti vicini ma soprattutto lontani ed inoltre è anche possibile fare nuove amicizie e proprio in quest’ultimo caso bisogna sempre ricordare che in realtà, molto spesso, non sappiamo davvero con chi stiamo parlando e se tale persona è davvero sincera oppure no. Potrebbero infatti verificarsi delle situazioni ‘spiacevoli’ che in alcuni casi si trasformano in vere e proprie tragedie come accaduto proprio pochi giorni fa nella città di Milano dove una ragazzina di soli tredici anni ha incontrato l’uomo con il quale parlava sui social da molto tempo e che dopo l’incontro ha poi abusato di lei sessualmente. I due, una ragazzina milanese di soli 13 anni e un uomo, cittadino americano di 64 anni, si erano conosciuti su ‘Second life’ circa due anni fa e avevano iniziato una relazione amorosa a distanza al punto tale che proprio sui social i due erano diventati ‘marito e moglie’.

I due si sono anche scambiati delle fotografie e proprio relativamente all’età della ragazzina ecco che Lorenzo Bucossi ovvero il capo della squadra mobile di Milano, ha nello specifico dichiarato che proprio guardando le immagini della ragazzina non vi è alcun dubbio sulla sua età sottolineando dunque che il sessantaquattrenne non può mai averla scambiata per una ragazza più grande di quella che effettivamente è la sua età, sottolineando nello specifico “Ha le caratteristiche fisiche di una studente delle scuole medie, impossibile scambiarla per una giovane più grande di 13 o 14 anni”. Il primo incontro dopo due anni di conoscenza a distanza, ha avuto luogo per essere più precisi proprio a metà maggio ed esattamente giovedì 12 maggio quando l’uomo, partito dal Portogallo dove vive, è arrivato insieme alla moglie proprio per conoscere la tredicenne e dopo aver trascorso alcuni giorni tutti e tre insieme per le vie della città, il sabato mattina la moglie dell’uomo ha deciso di dedicarsi allo shopping e proprio in quella mattina l’uomo ha invitato la tredicenne nell’appartamento in cui alloggiava insieme alla moglie e tra i due è stato consumato un rapporto sessuale.

La ragazzina avrebbe poi confessato quanto accaduto ad una insegnante che, insieme ai genitori della tredicenne, hanno presentato denuncia presso il commissariato e solo tre giorni dopo la presunta violenza che sarebbe avvenuta il 14 maggio ecco che l’uomo è stato sottoposto a fermo nel carcere di San Vittore.Ora, l’uomo dovrà rispondere dell’accusa di atti sessuali con minorenne e nel corso dell’interrogatorio, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, sembrerebbe essersi avvalso della facoltà di non rispondere. Non sembrerebbe nemmeno essere chiaro il ruolo svolto dalla moglie del sessantaquattrenne in questa vicenda e quindi se fosse consapevole delle azioni del marito né se sia in qualche modo complice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.