Milano, colpisce l’ex convivente e il nuovo compagno con le catene: arrestato 38enne

Ancora una donna vittima di violenza, ancora un ex fidanzato che si è scagliato contro l’ex convivente e il nuovo compagno e poi è tornato a casa a dormire come se nulla di grave fosse accaduto. La vicenda ha avuto luogo nello specifico a Inzago, comune italiano di 12025 abitanti della città metropolitana di Milano, in Lombardia dove una donna di 34 anni, alla vigilia della festa della donna, è stata aggredita dall’ex compagno.

L’uomo, per essere più precisi, o almeno stando a quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, sembra abbia atteso la donna sotto casa e, secondo quanto raccontato da quest’ultima, l’avrebbe aggredita picchiandola con una catena e causandole un trauma cranico e la frattura della mascella in seguito alla quale è stata anche sottoposta, nella notte, ad una delicata operazione chirurgica. Ad un certo punto ecco che è arrivato sul posto il nuovo compagno della donna aggredita e l’ex convivente si è scagliato contro di lui colpendo l’uomo alla spalla e successivamente si è scagliato ancora una volta contro la donna precedentemente aggredita e che era intervenuta per dividerli, colpendola di nuovo al volto utilizzando la catena di una bicicletta.

In seguito all’aggressore è fuggito dal luogo in cui ha avuto luogo la rissa e poco dopo la mezzanotte viene subito lanciato l’allarme e la vittima dell’aggressione ovvero la donna di 34 anni è stata subito trasportata presso l’ospedale di Melzo con il volto “completamente tumefatto e sanguinante”, o almeno queste sono state le parole espresse nello specifico dagli inquirenti. Il nuovo fidanzato della donna che è finita in ospedale, e la cui prognosi è attualmente di 21 giorni, in seguito all’aggressione ha riportato soltanto una brutta contusione al braccio e il ricordo di una notte terribile che mai potranno dimenticare. Dopo la denuncia effettuata dalla donna aggredita ecco che i carabinieri si sono immediatamente messi alla ricerca di questo giovane trovandolo inoltre, poche ore dopo, all’interno della propria abitazione mentre stava dormendo, realmente come se nulla fosse precedentemente accaduto. All’interno dell’abitazione dell’aggressore sono stati rinvenuti gli oggetti utilizzati nell’aggressione come ad esempio le catene con cui aveva precedentemente colpito l’ex compagna e, alla fine di ciò, il trentaquattrenne arrestato è stato accusato di lesioni personali aggravate e al momento si trova all’interno del carcere San Vittore sito proprio nella città di Milano.

Una vicenda questa che ancora una volta lascia senza parole non soltanto gli abitanti del comune milanese ma l’intera Italia che ancora oggi si chiede come sia possibile, ogni giorno sempre più, stare a sentire al telegiornale e non solo, storie di donne che vengono picchiate, maltrattate e perchè no, in molti altri casi anche uccise dai proprio compagni, amanti, amici, persone per cui si nutre un forte affetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.