Milano, donna vestita da medico sorpresa a svuotare armadietti dell’ospedale di Sesto: 52enne finita in manette

Sono sempre più le persone che, giorno dopo giorno, si trovano ad essere truffate, derubate e il più delle volte questo avviene proprio sotto i nostri occhi proprio perchè tendiamo a dare troppa fiducia agli altri non mettendo in conto che alcune persone potrebbero però fingere. Questo è quello che è accaduto presso l’ospedale di Sesto San Giovanni, comune italiano di 81,512 abitanti della città metropolitana di Milano in Lombardia, dova una donna per diversi mesi ha chiaramente finto di essere un medico solo per rubare dagli armadietti dei veri medici ed infermieri.

La donna, per essere più precisi per diversi mesi, secondo gli investigatori tre mesi, si sarebbe vestita proprio come i medici, indossando la loro divisa senza crearsi molti problemi soprattutto per poter camminare tranquilla tra i corridoi dell’ospedale ed accedere alle zone riservate senza che nessuno se ne accorgesse o meglio ancora senza che nessuno potesse avere nulla da dire sulla sua presenza in certi posti. Così facendo la donna, una cinquantaduenne già nota alle forze dell’ordine, con estrema tranquillità si recava presso la stanza dove vi sono gli armadietti all’interno dei quali medici ed infermieri depositano i loro oggetti, e dopo averli forzati e dunque aperti, avrebbe svuotato l’armadietto in questione rubando ciò che i medici dell’ospedale di Sesto San Giovanni custodivano al loro interno.

Un giorno però qualcosa non è andato come la “finta dottoressa” pensava che andassero ed infatti proprio quest’ultima è stata sorpresa mentre era intenta a compiere l’ennesimo furto e così si è subito data alla fuga. E proprio per fuggire alla fuga ecco che la donna ha aggredito con schiaffi e pugni il custode del parcheggio dell’ospedale che però è riuscito a fermarla e a permettere alle forze dell’ordine di arrestarla. Si tratta di una donna italiana di 52 anni di nome Dora Tateo arrestata dagli agenti del commissariato di Sesto lo scorso 29 gennaio e, come precedentemente affermato, già nota alle forze dell’ordine in quanto nel 2014 aveva incendiato la porta di casa di un’anziana per cui lavorava. In quell’occasione, i parenti della donna anziana avevano deciso di licenziarla perchè sorpresa, dalle telecamere, a rubare denaro proprio al’anziana in questione motivo per il quale è stata immediatamente licenziata e la stessa, per vendetta, ha successivamente dato fuoco alla porta dell’appartamento in cui viveva l’anziana donna.

Sulla questione è intervenuto nello specifico Valentino Lembo, direttore sanitario dell’ospedale di Sesto, il quale ha nello specifico affermato “Un sentito ringraziamento alla Polizia, a consueta collaborazione ha funzionato molto bene. Purtroppo la piaga dei furti in ospedale è presente ovunque, ma noi abbiamo preso delle contromisure. Il personale è particolarmente attento, i parenti dei degenti sono avvisati e consigliati. I malati soli possono affidare i loro oggetti in custodia ad un infermiere. Siamo in collegamento costante, inoltre, con le forze dell’ordine, che sono sempre disponibili ed efficienti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.