Milano, marito e moglie trovati morti in casa: ‘Ipotesi omicidio-suicidio’, la figlia in ospedale in stato di shock

Milano, marito e moglie trovati morti in casa 'Ipotesi omicidio-suicidio', la figlia in ospedale in stato di shockUn nuovo caso di omicidio-suicidio ha avuto luogo nella giornata di ieri a Cassina de Pecchi, comune italiano di 13.640 abitanti della città metropolitana di Milano, in Lombardia, dove un uomo di nome Giulio di 45 anni e una donna di 40 anni di nome Maria, sono stati trovati privi di vita all’interno della loro abitazione sita nello specifico nella via Napoli. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso sembrerebbe che, a trovare la coppia di coniugi privi di vita sia stata proprio la figlia di soli 14 anni la quale, tornata a casa da scuola come tutti i giorni si è trovata a dover fare i conti con la tragedia che si era consumata proprio all’interno della sua abitazione.

Nello specifico marito e moglie sono stati trovati entrambi privi di vita e secondo la prima ipotesi si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio ovvero sembra proprio che l’uomo abbia ucciso la moglie e successivamente abbia deciso di porre fine anche alla sua vita. Vicino ai corpi è stato trovato un coltello da cucina insanguinato e i riscontri del medico legale fanno pensare che a impugnare un coltello da cucina, come precedentemente anticipato, sia stato il marito il quale, forse al culmine di una violenta lite ha colpito la moglie alle braccia e all’addome e sul corpo di quest’ultima sarebbero state infatti rilevate delle ferite da taglio ‘da difesa’, e successivamente avrebbe anche rivolto l’arma contro se stesso ferendosi mortalmente al petto.

La figlia quattordicenne, una volta tornata a casa e dopo aver scoperto i corpi senza vita della madre e del padre ha subito lanciato l’allarme chiamando il 112 e successivamente ha chiesto aiuto anche ai vicini di casa e poco dopo è stata trasportata in ospedale in evidente stato di shock. Secondo gli inquirenti il 45enne di nome Giulio soffriva di depressione ma non si conoscono precedenti casi di violenza in famiglia che potessero dunque far pensare che potesse verificarsi una tragedia del genere.

La coppia, oltre alla figlia quattordicenne che ha effettuato la macabra scoperta e che è stata trasportata in ospedale proprio per l’immenso shock causato dalla scoperta del corpo senza vita dei genitori, aveva anche una seconda figlia più piccola, di soli otto anni, che però fortunatamente proprio nel momento in cui ha avuto luogo la tragedia non si trovava a casa insieme ai genitori. Dopo che la quattordicenne ha lanciato l’allarme ecco che sul luogo del delitto sono intervenuti i carabinieri del commissariato di Cassano d’Adda, del nucleo investigativo di Monza e della squadra rilievi di Milano e poi ancora il sostituto procuratore della Repubblica di Milano ovvero Antonio Cristillo. Al momento non è ancora stato ancora definito il numero delle coltellate inferte e quali di queste coltellate siano state letali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.