Milano shock, esperienza drammatica per una bambina di 3 anni: veglia tutta la notte sul corpo senza vita della mamma

0

milano-shock-esperienza-drammatica-per-una-bambina-di-3-anni-veglia-tutta-la-notte-sul-corpo-senza-vita-della-mammaUna storia davvero drammatica è quella che vede protagonista una bambina molto piccola, di soli tre anni, che nonostante la tenera età si è trovata a vivere un’esperienza davvero drammatica e che probabilmente porterà con se per il resto della sua vita. La piccola infatti ha trascorso molte ore, e precisamente una notte intera, al fianco del corpo privo di vita della sua mamma fino a quando il giorno dopo un amico della donna ha lanciato l’allarme e così è stato possibile effettuare la drammatica scoperta. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso lo scorso venerdì pomeriggio, intorno alle ore 17,32 la donna sembrerebbe avere telefonato ad un amico che di professione è un volontario sulle ambulanze. Nel corso della telefonata la donna avrebbe detto all’amico di avere difficoltà a respirare, una difficoltà dovuta forse alle diverse allergie delle quali sembra proprio soffrisse.

Poco dopo nessuna notizia della donna, una badante quarantaduenne di origini peruviane mamma di una bambina di 3 anni e separata dal compagno, e proprio per tale motivo, non essendo più riuscito a mettersi in contatto con lei ecco che l’amico con il quale aveva parlato il giorno prima ha deciso di recarsi presso la sua abitazione e dopo aver bussato ecco che la piccola che si trovava in casa con la mamma si è recata alla porta ma non è riuscita ad aprirla.

L’uomo a questo punto ha pensato di chiamare i soccorsi e poco dopo sul posto sono intervenuti il 118 e i Vigili del Fuoco i quali, una volta entrati all’interno dell’appartamento non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della signora. Quest’ultima era infatti morta da diverse ore e la sua bambina aveva trascorso l’intera notte a vegliare al suo fianco, nel piccolo bilocale al terzo piano di largo dei Gelsomini 3, al Giambellino. I vicini di casa hanno raccontato di avere sentito la piccola piangere intorno alle ore 22,00 di venerdì sera ma di non essersi preoccupati in quanto sembrava il normalissimo pianto di una bambina, nulla di particolare o comunque di preoccupante.

Il medico legale è arrivato a casa della donna intorno alle ore 20,30 e ha trovato il corpo privo di vita della quarantaduenne vicino al tavolo della cucina e, da una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che a causare il suo decesso sia stato uno shock anafilattico dovuto ad una grave crisi allergica ma comunque le reali cause del decesso sono ancora da accertare. La bambina invece è stata immediatamente soccorsa dagli agenti che hanno pensato a vestirla e a farla uscire nella speranza di farla distrarre. L’hanno poi accompagnata a mangiare una porzione di pizza e a bere dell’acqua e successivamente è stata accompagnata presso la clinica pediatrica De Marchi dove poco dopo sono arrivati gli zii.

Rispondi o Commenta