Milano, si fingono poliziotti in servizio ma finiscono per svaligiare gli appartamenti: “Aprite è un controllo anti-terrorismo”

Il periodo che stiamo vivendo a livello non solo nazionale ma anche internazionale non è di certo uno dei migliori, ma purtroppo a complicare la situazione arrivano anche gli sciacalli che approfittano di questo momento per continuare a fare del male alla povera gente.

Nel quartiere arabo di Milano si sta registrando un boom di rapine, messe a punto da un gruppo di delinquenti che fingendosi dei poliziotti sono riusciti ad introdursi nelle case delle persone svaligiandole e portandosi via quanto più possibile. I delinquenti in tutti e tre i casi fino ad ora segnalati si sono finti dei poliziotti in servizio in giro per effettuare delle attività antiterrorismo dopo gli attentati di Bruxelles; gli stessi si sono presentati nelle abitazioni con tanto di pistole e passamontagna, sfondando le porte ed entrando facendo finta di portare avanti un vero e proprio blitz antiterrorismo.

Una volta entrati nelle abitazioni, i finti poliziotti infatti avrebbero spiegato di essere li per fare delle perquisizioni, ma in realtà questi hanno solo ripulito le case facendo sparire di tutto, dai soldi agli oggetti personali di valore e tanto altro ancora. Come già anticipato, ad oggi gli episodi emersi perchè denunciati sono tre, ma potrebbero essere molti di più.

A tal riguardo, un venditore della zona ha dichiarato: “Qui molti sono abusivi. Non denunciano perché hanno paura di perdere la casa, anche se sono in regola con il soggiorno. Colpiscono qui perché siamo deboli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.