Modena, fratelli 70enni trovati morti in casa: il più grande muore per un malore, il fratello si suicida per il dolore

Modena, fratelli 70enni trovati morti in casa il più grande muore per un malore, il fratello si suicida per il doloreSono stati trovati entrambi privi di vita all’interno del loro appartamento, uno morto a causa di un malore e l’altro invece morto dopo essersi suicidato proprio per i dispiaceri causati dalla morte del primo. Stiamo nello specifico parlando di due fratelli di nome Paolo e Giulio Delfini i quali, stando a quanto trapelato sulla loro vita, erano davvero molto legati ed infatti vivevano insieme nonostante l’età.

La tragedia ha avuto luogo nello specifico in un appartamento a Rua Muro, nel centro della città di Modena, e a trovare i loro corpi senza vita è stata proprio la donna delle pulizie la quale, non avendo ricevuto alcuna risposta dai due anziani fratelli e dato dunque che nessuno le aveva aperto la porta ha deciso di lanciare l’allarme effettuando così la tragica scoperta che ha lasciato tutti senza parole. Giulio e Paolo, 74 e 73 anni, erano due medici molto stimati in città motivo per il quale la loro improvvisa morte ha gettato nello sconforto davvero moltissime persone, le quali proprio vedendo un via vai di poliziotti n Rua Muro hanno chiesto spiegazioni rimanendo senza parole dopo aver appreso quanto accaduto.

Dopo che è stato lanciato l’allarme ecco che sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti di Polizia i quali, una volta entrati all’interno dell’appartamento hanno scoperto i corpi senza vita dei due fratelli ma soprattutto hanno avuto modo di leggere un bigliettino che era stato scritto proprio da Giulio, il più piccolo dei fratelli, il quale sembrerebbe aver trovato senza vita il corpo del fratello, molto probabilmente deceduto a causa di un malore, e non potendo sopportare tale immenso dolore ha deciso di compiere un folle gesto ovvero quello di porre fine alla propria vita e per il suicidio sembrerebbe avere utilizzato una pistola. Entrambi i fratelli, di professione medici, come precedentemente anticipato erano davvero molto stimati in città ed inoltre entrambi erano i soci i della casa di cura privata modenese Villa Igea, e nello specifico il 74enne Giulio era il presidente della struttura mentre il fratello Paolo di un anno più piccolo era il vicepresidente.

Villa Igea è, per essere più precisi, una struttura specializzata nel trattamento di diverse patologie tra cui quelle psichiatriche. Su entrambi i corpi è stata comunque disposta l’autopsia anche se, in seguito al sopralluogo effettuato dalla Polizia Scientifica non sembrerebbero esservi assolutamente dubbi sul fatto che il più grande dei due fratelli sia morto per un malore mentre invece il più piccolo, non potendo sopportare il grande dolore provato per la morte del fratello avrebbe deciso di porre fine alla propria vita unendo dunque il tragico destino del fratello al suo di destino. Un grande amore quello che univa i due fratelli e a testimoniarlo è proprio il folle gesto compiuto dal settantatreenne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.