Modena, pagano due sicari e fa uccidere il padre per prendersi l’eredità

Devono aver visto troppi episodi de «Il Commissario Montalbano» i due coniugi che, in provincia di Modena, hanno assoldato due sicari per uccidere l’anziano padre di lei e rubargli l’eredità. L’omicidio risale al 19 novembre scorso: Luciano Pancaldi, 74enne, ex fattorino con l’hobby dei quadri, sta passeggiando per le vie del centro di Vignola, tra Sassuolo e Bologna, quando viene avvicinato da due persone che, armate di coltello, lo colpiscono ben nove volte. Al torace e al viso. Per Luciano non c’è niente da fare: perde i sensi quasi subito e muore poco dopo. Gli inquirenti escludono fin dal principio

l’ipotesi della rapina, e lo stesso pensionato, con gli ultimi sforzi, racconta che uno dei due assalitori è straniero, forse di origini magrebine. Il nucleo operativo dei Carabinieri, però, fa luce sulla questione e ieri scattano le manette ai polsi della figlia Cristina e del suo compagno, Fabio Rasponi. I due, infatti, stando a quanto dichiarato dal gip Paola Losavio, si sarebbero accordati con i sicari per uccidere l’anziano. Li avrebbero assoldati, 10mila euro a testa, per portare a termine quell’assassinio. E dire che solo una manciata di giorni fa la donna, che conviveva con Rasponi da una quindicina di anni, si era detta «allibita e sbalordita» per quell’atto di efferata violenza che aveva subito il padre in una serata di fine autunno.

Con il genitore non parlava da tempo, da quando era morta la madre, almeno. E a far scattare l’istinto parricida nella testa di Cristina pare ci sia una questione di eredità. «Mia madre morendo aveva lasciato a me l’eredità», raccontava la settimana scorsa sulle pagine de La Gazzetta di Modena, «ma mio padre non aveva accettato». Luciano aveva anche deciso di promuovere un’azione legale per il riconoscimento della «legittima» di quell’eredità e per mettere un freno alle sempre più frequenti richieste della figlia di vendere la sua abitazione per far fronte a un debito. Cosìleiha assoldato due killer. Ma, come in tutti i gialli che si rispettino, è stata scoperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.