Moglie porta il marito in tribunale e chiede un risarcimento di 50 mila euro: ‘A letto non vale niente’

Moglie porta il marito in tribunale e chiede un risarcimento di 50 mila euro 'A letto non vale niente'E’ davvero incredibile la storia che arriva dalle Marche e che vede protagonista una “ex coppia” finita in tribunale a causa di alcuni problemi avuti nel corso del loro matrimonio in quella che può essere definita la loro vita sessuale. Una donna ha nello specifico deciso di portare in tribunale il marito perché non era soddisfatta delle sue prestazioni sessuali affermando che proprio le performance sessuali del marito non potevano essere ritenute all’altezza motivo per il quale ha deciso di chiedere un risarcimento danni di ben 50 mila euro.

‘La sentenza non può essere accolta’ ha dichiarato il giudice ma la donna ha proseguito la sua battaglia anche nel corso del processo d’Appello in sede di divorzio sostenendo che il marito doveva pagare per i 12 anni di matrimonio caratterizzati da una vita sessuale inferiore rispetto a quelle che erano le aspettative.

Ma ecco che proprio la scorsa settimana ha avuto luogo la sentenza definitiva emessa dal giudice del Tribunale di Macerata il quale ha ancora una volta specificato che l’uomo non dovrà sborsare nemmeno un centesimo ma al contrario proprio colei che ormai è l’ex moglie, dovrà pagare le spese legali per un totale di cinquemila euro.

La donna aveva accusato il marito di avere dei problemi di natura sessuale, ma l’uomo ha dimostrato di avere risolto chirurgicamente un problema anatomico e che al contrario era la moglie che si rifiutava di avere rapporti sessuali. L’uomo di recente si è innamorato di un’altra donna ed è diventato padre di due bambini, e per i legali che in questi anni lo hanno difeso questa è una chiara prova del fatto che il loro assistito non avesse alcun problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.