Morte Ciro Esposito, arriva la condanna a 26 anni per Daniele De Santis

Morte Ciro Esposito, arriva la condanna a 26 anni per Daniele De Santis

E’ arrivata la condanna per Daniele De Santis, l’ultrà giallorosso che uccise il povero Ciro Esposito avvenuto lo scorso 3 maggio di due anni fa. La Corte d’Assise di Roma ha ritenuto che Daniele De Santis fosse responsabile dell’omicidio del tifoso napoletano Ciro Esposito e per questo è stato condannato a 26 anni di carcere.

Ventisei anni sono pochi”, è questo quanto dichiarato da uno dei familiari del povero Ciro Esposito commentando la notizia direttamente sulla pagina Facebook dell’Associazione Ciro Vive.Tantissimi sono stati i messaggi di incoraggiamento arrivati da ogni parte d’Italia nei confronti della famiglia del ragazzo. Commento molto duro, quello di papà Giovanni il quale al termine della Camera di Consiglio durata ben 4 ore, ha commentato: “Doveva restare in galera tutta la vita”. Più sereno invece il commento di Antonella Leardi, la quale ha dichiarato:”La pena inflitta è congrua e giusta per De Santis non provo odio perchè l’ho perdonato”.

Qualsiasi pena sia di monito per tutti gli altri, perché non accadano più questi delitti assurdi. Il mio ragazzo non doveva morire eppure Ciro è morto per odio”, ha aggiunto.Molto soddisfatto invece Angelo Pisani che con Sergio Pisani e Damiano De Rosa assiste la famiglia Esposito il quale ha dichiarato: “La condanna inflitta è il massimo della pena per questo reato e pensiamo ci sia stato un bilanciamento tra attenuanti generiche ed aggravanti”.L’avvocato aggiunge che adesso si aspetta di leggere le motivazioni e dopo l’ottimo lavoro compiuto dalla Procura, il compito di tutti è quello di accertare le ulteriori responsabilità di quella terribile giornata emerse nel corso della indagini a cominciare dai complici mascherati di De Santis fuggiti dopo l’assalto. Con la condanna a 26 anni di reclusione, i giudici della terza Corte d’Assise hanno previsto per De Santis anche una provvisionale di 140 mila euro. Con la sentenza sono stati condannati anche due tifosi del Napoli che erano accusati di rissa aggravati e lesioni.

Per loro è stata data una pena a otto mesi; si tratta di Alfonso Esposito e Gennaro Fioretti. Al momento della lettura della sentenza dal pubblico presente nella tribuna in fondo all’aula si sono alzate delle grida e si è sentito “devi marcire in galera“. Nel dispositivo i giudici scrivono che l’imputato è condannato «al risarcimento dei danni da liquidarsi in separata sede nei confronti del Comune di Napoli nonchè alle spese di costituzione e difesa che liquida in euro 6.300». Gastone, così è soprannominato De Santis, ha da sempre sostenuto di aver sparato per difendersi dagli attacchi dei tifosi napoletani, e per tutta la durata del processo ha sempre mantenuto un atteggiamento sprezzante, urlando anche buffoni” ai pm quando avevano avanzato la richiesta di ergastolo. Tra l’altro,l’ultrà non ha mai chiesto scusa alla famiglia del povero Ciro Esposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.