Movimento si trasforma in energia per ricaricare lo smartphone: grazie a Vibram Hero, una scarpa speciale

Arriva direttamente dalla University of Wisconsin una speciale scarpa grazie alla quale è possibile sfruttare il principio dell’energia cinetica per ricaricare la batteria del proprio smartphone o di qualsiasi altro strumento tecnologico indossabile come ad esempio lo smart-watch.

A realizzare questa speciale scarpa denominata appunto Vibram Hero, è stata l’azienda italiana ovvero la Vibram nota e soprattutto specializzata in quella che è la realizzazione di particolari suole per scarpe di genere sportivo, ma non solo in quanto l’azienda ha collaborato con InStep NanoPower, azienda americana esperta in nanotencologie. Proprio nella giornata di ieri l’azienda ha presentato al mondo intero il progetto denominato Hero grazie al quale, anche le scarpe entreranno adesso a far parte del particolare mondo della tecnologia. Se la domanda che in questo momento vi state ponendo è, come fa questa speciale scarpa ad accumulare energia per poi ricaricare smartphone, smart-watch e altro ancora è molto semplice in quanto grazie a dei particolari sensori di movimento inseriti nell’intersuola della calzatura, il tutto sigillato ermeticamente per evitare il possibile contatto con acqua, sabbia o polvere, queste speciali scarpe Hero saranno in grado di rilevare il movimento del piede traducendolo in energia e nello specifico tale sistema permette di generare fino a 3 Watt di potenza camminando normalmente.

Tom Krupenkin, professore di ingegneria meccanica presso la UW-Madison ha nello specifico affermato “Camminare genera un sacco di energia. Le stime teoriche indicano che una persona camminando può produrre fino a 10 watt per scarpa, e che l’energia viene al momento sprecato sotto forma di calore. Un totale di 20 watt per persona non è una cosa da poco, soprattutto rispetto alla quantità di energia che serve per alimentare la maggior parte dei moderni dispositivi mobili”. Camminando per circa otto ore il dispositivo può arrivare ad accumulare 8 Wh di energia, proprio l’energia necessaria per caricare tra i vari dispositivi tecnologici proprio lo smartphone. Tale sistema di accumulo energetico inoltre, proprio tramite un particolare chip elettronico, permette di comunicare con un app Android utilizzando il Bluetooth ed in questo modo chi indosserà le scarpe in questione avrà modo di sapere in tempo reale proprio quello che è il livello di energia accumulata ma anche altri importanti informazioni come ad esempio il numero di passi effettuati, la temperatura del piede e tanto altro ancora. Gli studi non escludono comunque la possibilità futura di poter sfruttare l’energia accumulata attraverso il movimento proprio per produrre calore avendo così la possibilità di intervenire in tutte quelle situazioni climatiche dove appunto le temperature sono spesso troppo rigide.

Il progetto Vibram Hero arriva proprio cinque mesi dopo che, sulla rivista Scientific Report, nel novembre del 2015, è stata pubblicato un articolo nel quale il professore di ingegneria meccanica sopra citato ovvero Tom Krupenkin e J. Ashley Taylor ovvero lo scienziato del Dipartimento di Ingegneria della UW-Madison avevano illustrato un particolare modo di poter recuperare energia per ricaricare smartphone e altri dispositivi tecnologici proprio attraverso il movimento dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.