Muore a 31 anni Gennaro Giordano: ‘E’ la 331esima vittima dell’uranio impoverito’

Ha lottato fino alla fine contro un brutto tumore che però non è riuscito a sconfiggere e lo scorso sabato sera si è prematuramente spento presso l’ospedale San Matteo di Pavia. Stiamo nello specifico parlando del giovane caporale dell’artiglieria da montagna nella caserma di Fossano Gennaro Giordano il quale nel mese di ottobre ha scoperto di avere un tumore, ma le sue condizioni di salute negli ultimi giorni sono peggiorate fino allo scorso sabato quando si è addormentato per sempre.

Domenico Leggiero dell’Osservatorio militare ha denunciato che, la morte del giovane caporale di soli trentuno anni è da collegare all’U238 ovvero i proiettili di artiglieria che perforano le corazze dei tank e che arrivano a sviluppare delle temperature molto alte che vanno a vaporizzare i metalli dando luogo a delle polveri molto sottili che se vengono ingerite o inalate possono anche risultare molto pericolose potendo inoltre causare delle terribili forme tumorali.

Leggiero ha nello specifico affermato “Gennaro Giordano è la vittima numero 331 dell’uranio impoverito” proseguendo poi che si continua a vivere in una situazione di abbandono in cui si tenta ancora di nascondere la morte di un giovane di soli trentuno anni.

Una situazione questa a causa della quale, se non si interviene, moriranno ancora altri militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.