Muore Rudolf Emil Kalman, l’ingegnere padre della tecnologia Gps

Muore Rudolf Emil Kalman, l'ingegnere padre della tecnologia Gps

E’ morto il matematico ed ingegnere statunitense di origine ungherese Rudolf Emil Kalman, ovvero il padre della tecnologia da cui si è evoluto il Gps ovvero il sistema di posizionamento globale. Il matematico è morto in Florida alla veneranda età i 86 anni e viveva in Florida negli Usa ma è stato riconosciuto come il fondatore della moderna teoria dei sistemi e del controllo ed ancora è stato proprio lui ad inventare il noto filtro che porta il suo nome, ossia un algoritmo di elaborazione dati fra i più utilizzati in svariati settori della scienza e dell’ingegneria.

L‘ingegnere Rudolf Emil Kalman nasce nel 1930 ed emigrato negli Usa del 1943 e poi ha compiuto gli studi universitari in ingegneria elettronica al Massachussets Institute of Technolog di Boston e successivamente poi alla Columbia Universityy, dove ha conseguito il dottorato in matematica nel 1957.

Una carriera davvero molto ricca, soprattutto dietro la cattedra, visto che dal 1971 al 1992 è stato professore e direttore del Centro per la teoria dei sistemi matematici all’Università della Floria a Gainesville e dal 1973 ha avuto anche la cattedra di teoria dei sistemi matematici all’Istituto Federale di Tecnologia di Zurigo, di cui era professore emerito. Kalman è stato anche l’inventore del filtro di Kalman ovvero l’algoritmo di elaborazione dati fra i più utilizzati in svariati settori della scienza e dell’ingegneria ed ancora è stato il promotore della tecnologia abilitante per le missioni spaziali Apollo e per il gps, impiegato oggi da tantissimi utenti in tutto il mono a scopi di localizzazione e navigazione. Il matematico è divenuto celebre grazie al filtro ‘‘Kßlmßn” che praticamente porta il suo nome, e consiste in una tecnica per estrarre un segnale da una serie di misure incomplete e affette da rumore, utilizzato in diversi settori della scienza e dell’ingegneria fra cui l’avionica, ed è stato usato in diversi settori della scienza e dell’ingegneria fra cui l’avionica, ed è stato inoltre fra le tecnologie di base per il GPS.

Il ‘Kalman Filtering’ è utilizzato nei settori più disparati, dalle previsioni meteorologiche ai sistemi di navigazione satellitari. Negli Stati Uniti è stato membro dell’Accademia nazionale delle scienze, dell’Accademia Nazionale di Ingegneria e dell’Accademia Americana di Arti e Scienze. È stato membro straniero delle Accademie nazionali delle Scienze d’Ungheria Francia e Prussia.Le sue idee sul filtraggio furono accolte in un primo momento con scettiscismo, tanto da vedersi costretto a pubblicare i suoi primi lavori su una rivista di ingegneria meccanica anzichè elettrica. Questa teoria serve, tra l’altro, a “correggere gli errori” di misura in sistemi anche molto complessi e sofisticati. Numerosi i riconoscimenti ricevuti, a cominciare dal Kyoto Prize per la tecnologia avanzata della fondazione Inamori, e poi ancora il Leroy P.Steele Prize dell’American Mathematical Societ, il Bellman Prize (1997), il Charles-Stark-Draper-Preis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.