Muore Rudolf Emil Kalman, l’ingegnere padre della tecnologia Gps

0

Muore Rudolf Emil Kalman, l'ingegnere padre della tecnologia Gps

E’ morto il matematico ed ingegnere statunitense di origine ungherese Rudolf Emil Kalman, ovvero il padre della tecnologia da cui si è evoluto il Gps ovvero il sistema di posizionamento globale. Il matematico è morto in Florida alla veneranda età i 86 anni e viveva in Florida negli Usa ma è stato riconosciuto come il fondatore della moderna teoria dei sistemi e del controllo ed ancora è stato proprio lui ad inventare il noto filtro che porta il suo nome, ossia un algoritmo di elaborazione dati fra i più utilizzati in svariati settori della scienza e dell’ingegneria.

L‘ingegnere Rudolf Emil Kalman nasce nel 1930 ed emigrato negli Usa del 1943 e poi ha compiuto gli studi universitari in ingegneria elettronica al Massachussets Institute of Technolog di Boston e successivamente poi alla Columbia Universityy, dove ha conseguito il dottorato in matematica nel 1957.

Una carriera davvero molto ricca, soprattutto dietro la cattedra, visto che dal 1971 al 1992 è stato professore e direttore del Centro per la teoria dei sistemi matematici all’Università della Floria a Gainesville e dal 1973 ha avuto anche la cattedra di teoria dei sistemi matematici all’Istituto Federale di Tecnologia di Zurigo, di cui era professore emerito. Kalman è stato anche l’inventore del filtro di Kalman ovvero l’algoritmo di elaborazione dati fra i più utilizzati in svariati settori della scienza e dell’ingegneria ed ancora è stato il promotore della tecnologia abilitante per le missioni spaziali Apollo e per il gps, impiegato oggi da tantissimi utenti in tutto il mono a scopi di localizzazione e navigazione. Il matematico è divenuto celebre grazie al filtro ‘‘Kßlmßn” che praticamente porta il suo nome, e consiste in una tecnica per estrarre un segnale da una serie di misure incomplete e affette da rumore, utilizzato in diversi settori della scienza e dell’ingegneria fra cui l’avionica, ed è stato usato in diversi settori della scienza e dell’ingegneria fra cui l’avionica, ed è stato inoltre fra le tecnologie di base per il GPS.

Il ‘Kalman Filtering’ è utilizzato nei settori più disparati, dalle previsioni meteorologiche ai sistemi di navigazione satellitari. Negli Stati Uniti è stato membro dell’Accademia nazionale delle scienze, dell’Accademia Nazionale di Ingegneria e dell’Accademia Americana di Arti e Scienze. È stato membro straniero delle Accademie nazionali delle Scienze d’Ungheria Francia e Prussia.Le sue idee sul filtraggio furono accolte in un primo momento con scettiscismo, tanto da vedersi costretto a pubblicare i suoi primi lavori su una rivista di ingegneria meccanica anzichè elettrica. Questa teoria serve, tra l’altro, a “correggere gli errori” di misura in sistemi anche molto complessi e sofisticati. Numerosi i riconoscimenti ricevuti, a cominciare dal Kyoto Prize per la tecnologia avanzata della fondazione Inamori, e poi ancora il Leroy P.Steele Prize dell’American Mathematical Societ, il Bellman Prize (1997), il Charles-Stark-Draper-Preis.

Rispondi o Commenta