Napoli, 28enne albanese arrestato: costringeva minorenne a prostituirsi per pagare l’affitto

Una storia davvero incredibile arriva direttamente da Napoli e vede come protagonista una giovanissima di appena diciassette anni obbligata a prostituirsi per ‘contribuire alle spese di affitto’. La ragazza era costretta alla prostituzione dal marito di una propria amica, un albanese di 28 anni, il quale è stato ritenuto responsabile di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile e per tale motivo arrestato dai carabinieri della stazione dei Villaricca.

Per essere più precisi ecco che l’uomo in questione è stato fermato dalle forze dell’ordine proprio nel pomeriggio di venerdì quando, ancora una volta, aveva accompagnato la diciassettenne connazionale e amica della moglie, presso la via San Francesco a Patria, nei pressi della circumvallazione esterna di Napoli, dove la giovane scesa dall’automobile di colui che la costringeva a prostituirsi si è introdotta all’interno di un’altra autovettura.

Dopo numerose indagini effettuate dalle forze dell’ordine ecco che è stato possibile scoprire che, come precedentemente anticipato, ormai da tempo il ventottenne costringeva la ragazza a prostituirsi organizzandole diversi incontri e accompagnandola proprio sul posto in cui ad attenderla vi erano i suoi “clienti”.

L’uomo è stato arrestato e la ragazza invece è stata accompagnata presso una comunità alloggio dove finalmente potrà vivere serena lontano dall’incubo in cui era costretta a vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.