Napoli, panico all’Ospedale San Paolo: diagnosticato un caso di meningite, allarme contagio

Napoli, panico all'Ospedale San Paolo diagnosticato un caso di meningite, allarme contagio

E’ paura a Napoli dopo che all‘Ospedale San Paolo è stato diagnosticato un caso di meningite e per questo motivo il pronto soccorso è stato chiuso per consentire le operazioni di sanificazione ambientale.

E’ questo quanto emerso nel corso della giornata di ieri che ha visto diffondersi il panico all’interno dell’ospedale di Napoli. L’allarme contagio è scoppiato intorno alle ore 5 di ieri pomeriggio, dopo che una donna di 60 anni di Pianura un quartiere vicino a quello di Fuorigrotta si è presentata intorno alle ore 17 presso la struttura ospedaliera presentando dei sintomi che hanno subito allarmato i medici. Sottoposta ai primi accertamenti, la donna è risultata affetta da meningite e subito sono scattate le misure di sicurezza. Anche i referti hanno accertato che purtroppo si tratta di meningite e per questo motivo la donna è stata ricoverata e si trova sotto strettissima osservazione.Nel contempo gli operatori sanitari hanno proceduto alle prime azioni necessarie perla messa in sicurezza degli ambienti ospedalieri e dei presenti ed al pronto soccorso del San Paolo sono stati accertati solo i codici rosso.

A tutti i presenti sono state distribuite mascherine e somministrati antibiotici, guardie giurate comprese.. Anche l’ambulanza, sulla quale è stata caricata la donna, è stata sottoposta a profilassi anticontagio. In ospedale possono accedere soltanto casi in codice rosso.Per meningite si intende una malattia del sistema nervoso centrale generalmente di origine infettiva caratterizzata dall’infiammazione delle meningite ovvero le membrane protettive che ricoprono l’encefalo ed il midollo spinale; generalmente possiamo dire che è la più frequente del sistema nervoso centrale. La meningite può essere causata da un virus o altri microrganismi, e può essere classificata in acuta, subacuta o cronica.

I sintomi più comuni sono i seguenti: febbre, cefalea e rigidità nucale; a questi sintomi si aggiungono, con diversa frequenza, contratture muscolari, vomito a getto, alterazioni dello stato di coscienza, incapacità di tollerare la luce (fotofobia) e i rumori (fonofobia), convulsioni.Il trattamento usuale per la meningite acuta è la somministrazione precoce di farmaci antibiotici e, talvolta, antivirali. In alcune situazioni si può anche ricorrere alla somministrazione di corticosteroidi per prevenire i danni derivanti dalla risposta infiammatoria.Fino ad ora la regione più colpita è stata la Toscana dove dall’inizio dell’anno sono stati diagnosticati una ventina di casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.