Omicidio Gloria Rosboch, l’ex fidanzata e l’amante di Defilippi indagate: nuovo interrogatorio per Gabriele

Nuove ed interessanti novità riguardo l’omicidio della professoressa Gloria Rosboch arrivano nella giornata di ieri in seguito all’interrogatorio dell’imputato Gabriele DeFilppi avvenuto proprio nella giornata di ieri. Il Pm Giuseppe Ferrando ha parlato di un interrogatorio piuttosto lungo e molto sofferto, interrotto più volte per diverse crisi di pianto da parte dello stesso Defilippi, il quale anche in questa circostanza ha ribadito la sua innocenza e che ad uccidere la professoressa è stato il suo complice Roberto Obert.

Questa versione rilasciata da Defilippi è in netto contrasto con quella rilasciata dalla sua ex fidanzata ed è per questo motivo che a breve i due verranno messi a confronto e dovranno raccontare la loro verità l’uno di fronte all’altro. Nell’interrogatorio avvenuto nella giornata di ieri, Gabriele Defilippi al contrario delle altre volte si incentrato sull’omicidio della povera Gloria alla quale aveva estorto 187 mila euro. “Defilippi oggi ha chiarito molti aspetti, l’interrogatorio come la scorsa volta è stato secretato” ha commentato l’avvocato Pierfranco Bertolino all’uscita della Procura di Ivrea.

Intanto anche Efisia Rossignoli e Sofia Sabhou risultano essere state iscritte nel registro degli indagati per l’omicidio della povera Gloria Rosboch; nello specifico secondo quanto riferito dagli inquirenti o meglio secondo quanto ipotizzato dagli stessi, sarebbe stata proprio Efisia a chiamare Gloria al telefono spacciandosi per la bancaria rassicurandola sui soldi del conto corrente. La donna, avrebbe riferito agli inquirenti di essere stata molto innamorata di Gabriele e di essere stata pronta a fare tutto quello che le avrebbe chiesto.

Proprio quel 13 gennaio, giorno in cui Gloria venne uccisa, Efisia aveva chiamato ben 11 volte al telefono Gabriele, ma nonostante tutto, la donna sposata con figli nega ogni tipo di coinvolgimento con il delitto. «Avevo chiamato per dire a Gabriele di raggiungermi perché volevo smascherare mio marito con l’amante», questa la giustificazione della donna che però non è stata presa in considerazione dagli inquirenti.

Finita nel registro degli indagati anche l’ex fidanzata Sofia Sabhou accusata di omessa denuncia, perchè secondo gli inquirenti la giovane italo-marocchina avrebbe potuto salvare la professoressa visto che una sera il fidanzato,ovvero Gabriele in preda all’alcool le aveva confessato di voler “liberarsi” di Gloria. La ragazza racconta di non aver preso sul serio le parole del fidanzato, ma secondo gli inquirenti avrebbe dovuto sporgere denuncia quanto meno dopo l’omicidio. Nei giorni scorsi Gabriele Defilippi ha ricevuto la visita di Don Alfredo Stucchi il cappellano delle Vallette il quale dopo l’incontro ha riferito di aver trovato un giovane molto sofferente che non ha ancora preso pienamente coscienza dell’orribile delitto di cui si è macchiato. “Non dimentichiamo che ha una storia alle spalle che si trascina da molti anni. Abbiamo davanti una persona che sono convinto abbia una coscienza, in fondo. Ci vorrà molto tempo per lui per cambiare”, ha dichiarato Don Alfredo Stucchi dopo l’incontro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.