Omicidio Loris Stival, il nonno Andrea querela Veronica: “Non l’ho ucciso io, era parte di me”

Emergono nuovi interessanti indiscrezioni sull’omicidio del piccolo Loris Stival, ucciso lo scorso 29 novembre del 2014 a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa. Torna a parlare dell’omicidio del piccolo Loris, il nonno ovvero Andrea Stival il quale nelle scorse settimane sarebbe stato accusato dalla stessa Veronica Panarello che al momento si trova in carcere accusata di aver ucciso il figlio.

Nello specifico Andrea Stival è stato accusato dalla nuova di aver ucciso il piccolo Loris ed ancora avrebbe dichiarato che i due erano amanti e che il piccolo Loris avrebbe scoperto tutto e voleva raccontarlo al padre, motivo che ha indotto il nonno ad uccidere il piccolo. Ma ecco che a distanza di poche settimane dalle pesanti accuse, ritrattate tra l’altro in un secondo momento dalla stessa Veronica Panarello, Andrea Stival interviene dichiarando a gran voce: “Non ho ucciso Lorys, lui era parte di me. Sono pronto a confrontarmi con Veronica in carcere”.

Sono queste le dichiarazioni di Andrea Stival effettuate nel corso di un’intervista trasmessa nella puntata di ieri sera di Porta a Porta. Andrea Stival non può secondo la legge presentare querela visto che da quanto spiegato dall’avvocato Francesco Biazzo che assiste Andrea Stival, per poter presentare querela appunto occorre che prima vengano depositati gli atti nel procedimento in corso davanti al Gup, in cui siano presenti tra l’altro come parte civile. ” Come tale siamo tenuti ad essere informati su eventuali sviluppi. Che al momento non ci sono”, ha dichairato Francesco Biazzo il legale del nonno del piccolo Loris.Stando a quanto emerso, inoltre, sembra che Veronica Paranello nelle ultime settimane sia stata accusata anche dalla sorella Antonella Panarello la quale dichiara di non credere assolutamente alle parole della sorella. Antonella Panarello è sempre più convinta che ad uccidere il piccolo Loris sia stata lei, Veronica Panarello.

” E’ stata lei, l’ho sempre detto. Queste sono solo bugie” ha affermato Antonella. La donna sembra non essere infatti più attendibile visto che ha cambiato versione almeno tre volte sulla morte del figlio, durante la visita psichiatrica ordinata dal gip ed alla presenza pure dei periti di parte, incontri avvenuti lo scorso 8 e 9 febbraio scorso. In un primo momento aveva detto che era stato il suocero ad uccidere Loris, poi non ha confermato la stessa versione davanti i giudici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.