Omicidio Loris Stival, una testimone fornisce l’alibi al nonno: “Quella mattina lo vidi con la compagna”

Emergono nuove ed interessanti indiscrezioni sul caso relativo all’omicidio del piccolo Loris Stival,ucciso nella mattina del 29 novembre del 2014. Stando alle indiscrezioni di oggi, Andrea Stival ovvero il nonno del piccolo avrebbe un alibi; una vicina di casa lo avrebbe visto proprio quella mattina del 29 novembre del 2014 uscire dalla sua abitazione insieme alla compagna Andreina Fiorilla.

La testimone aveva riferito questo particolare intervenendo in una trasmissione televisiva ma adesso avrebbe confermato la notizia agli investigatori. “Ho visto uscire di casa Andrea Stival e la signora tra le ore 10.15 e le 10.30 del 29 novembre del 2014” avrebbe dichiarato la donna agli inquirenti.

Visto che il bambino, stando alla perizia del medico legale sarebbe morto tra le ore 8..30 e le 10 è impossibile ipotizzare che Andrea Stival ovvero il nonno del piccolo Loris fosse coinvolto nell’omicidio del nipote; di contro la testimonianza della donna rafforza la versione del nonno, la stessa che Andrea aveva dato agli inquirenti una volta finito nel registro degli indagati.

Diversa la versione di Veronica Panarello la quale nel corso dell’ultimo interrogatorio del 19 febbraio ha dichiarato che Loris vide fare sesso alla mamma ed al nonno quella mattina in cucina minacciando di raccontare tutto al padre. “Loris mi aveva visto fare sesso con mio suocero”, ha dichiarato Veronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.