Omicidio Luca Varani, le nuove accuse di Foffo: “Prato ha narcotizzato un altro ragazzo prima di Luca”

Nuovi interessanti particolari emergono in riferimento all’omicidio di Luca Varani. Nella giornata di ieri è emerso che poco prima di essere ucciso Luca Varani, Marco Prato con la complicità di Foffo avrebbe narcotizzato un altro dei tanti giovani passati per la casa del Collatino, dove venne consumato il tragico delitto. Foffo nel corso di un interrogatorio avrebbe riferito al Pm Francesco Scavo che quella sera nell’abitazione del Collatino sarebbero arrivati diversi giovani, tra cui Giacomo, Alex, Riccardo ed infine Luca; nella stessa occasione Foffo ha anche dichiarato che Giacomo essendo molto amico di Marco sarebbe giunto presso l’abitazione soltanto per necessità di soldi.“Marco ha versato dell’EN, un medicinale tipo sonnifero, nel bicchiere di Giacomo. Non conosco la finalità di questo gesto ma lui si era assopito sul divano“, ha dichiarato Foffo parlando con il pm Francesco Scavo. Interrogato anche il giovane Giacomo, questo avrebbe dichiarato di aver rifiutato alcol e cocaina insieme all’amico Alex, e di essere a questo scampato al massacro di cui purtroppo Varani è stato vittima.

Stando a quanto emerso, inoltre, dopo aver ucciso il povero Luca, Marco sarebbe sceso al piano di sotto abitano i genitori ed avrebbe chiesto alla madre alcuni stracci che la donna ha dato senza sapere ovviamente cosa avrebbe dovuto farne, visto che non si accorse davvero di nulla; la donna ha dichiarato di non aver sentito nessun rumore e di non aver carpito alcun particolare che le avesse potuto far intendere che nell’appartamento del figlio fosse successo qualcosa.

I genitori di Marco e Manuel verranno comunque sentiti ancora diverse volte, perchè la loro testimonianza sarà indispensabile per ricostruire la personalità dei due arrestati. I carabinieri stanno anche setaciando i tabulati telefonici dei due arrestati per cercare di capire quante telefonate o messaggi i due hanno effettuato a Luca Varani nelle ore ma anche giorni precedenti all’omicidio.  Allo stato attuale risulta certo solo un messaggio recapitato a Varani nel quale emerge un’ offerta esplicita di denaro per unirsi a quello che era un festino a base di alcol e cocaina.

I carabinieri stanno anche tentando di rintracciare quella ragazza che spontaneamente di era recata presso la caserma;è importante recuperare la giovane per cercare di capire se si tratta della stessa persona con cui Varani è stato a parlare sul treno Roma-Viterbo prima di raggiungere casa di Foffo.La salma del povero Luca, intanto verrà dissequestrata nel corso dei prossimi giorni per permettere i funerali. Continuano ad arrivare messaggi di cordoglio alla famiglia del povero Luca, anche tramite i social, e soprattutto su Facebook, uno ha catturato la nostra attenzione, ovvero: “Questo è il banco di prova per la nostra società, per la nostra giustizia Italiana…..ovvero: questi 2 mostri hanno seviziato,torturato,picchiato, drogato e ucciso un ragazzo….. Se questi non si meritano l’ergastolo vuol dire che la giustizia italiana ,la nostra società è in completo sfacelo ,che siamo nel Far West dove se vuoi la giustizia…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.