Omicidio Noventa, dichiarazioni shock della tabaccaia: “Non dovevo essere io a fingermi Isabella”

Omicidio Noventa, dichiarazioni shock della tabaccaia: "Non dovevo essere io a fingermi Isabella"

Emergono nuove interessanti indiscrezioni riguardo l’omicidio di Isabella Noventa il cui corpo ad oggi non è stato ancora ritrovato. Le indiscrezioni di oggi arrivano direttamente dalle dichiarazioni rilasciate nelle ultime re da Manuela Cacco la tabaccaia di 53 anni, arrestata con Debora e Freddy Sorgato con l’accusa di concorso in omicidio.

“Non dovevo indossare io il giubbotto bianco di Isabella e fare la messinscena sotto le telecamere in Piazza dei Signori a Padova, ha dichiarato Manuela Cacco la tabaccaia di 53 anni.Manuela ancora ha aggiunto che quel ruolo spettava a Debora Sorgato, solo che alla fine Freddy e la stessa Debora si sono resi conto che lei era più adatta fisicamente parlando, perchè più simile ad Isabella Noventa.

“Debora era troppo diversa da lei, anche quella camminata e per questo hanno chiesto a me di impersonare Isabella”. Interessanti queste dichiarazioni rilasciate da Manuela Cacco nel corso di un interrogatorio effettuato con il vice questore, che dovranno giustamente essere verificate dagli inquirenti.

La tabaccaia nel corso dell’interrogatorio ha ribadito che ad uccidere Isabella è stata Debora che avrebbe colpito la donna con due colpi di martello. “Né lei né Freddy, però, mi hanno voluto dire dove hanno occultato il cadavere. Forse non si fidavano di me”, ha dichiarato ancora Manuela Cacco. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.